Il 10 Novembre a Pisa ecco la “Notte in Blu”

PISA –  Presentata mercoledì 7 novembre presso la Sala Stampa del Comune di Pisa la nona edizione de “La Notte in Blu“, che avrà luogo sabato 10 novembre a partire dalle ore 17 nel centro storico della città.

di Giovanni Manenti

L’evento, organizzato da Confesercenti Toscana Nord e Pisa Viva, in collaborazione con Comune di Pisa, Camera di Commercio di Pisa, Regione Toscana e con il contributo di Ford BlueBay Spa, Banca Popolare di Lajatico ed Agenzia ABC Srl, si pone come obiettivo di avvicinare pubblico (turisti e cittadini) e commercianti, in una grande festa con intrattenimenti di qualità al fine di valorizzare al meglio quanto una città come Pisa è in grado di offrire.

In tale ottica, la manifestazione – che punta annualmente a fornire sempre interessanti novità atte a coinvolgere una fascia più ampia possibile di ogni fascia di età – vede per l’edizione 2018 proporre un’interessante iniziativa a favore di coloro che sabato prossimo effettueranno un acquisto di minimo 10 €uro in uno dei negozi aderenti alla stessa, in quanto potranno richiedere in omaggio uno dei 50 biglietti open disponibili (validi fino al 17 febbraio 2019) per visitare la mostra “Da Magritte a Duchamp” attualmente in corso a Palazzo Blu, oppure uno dei 100 ingressi (validità limitata al prossimo 25 novembre, ore 10-15,30 da lunedì a domenica) per il camminamento sopra le mura.

La manifestazione – che non a caso ha come sottotitolo “Musica e Spettacoli in Salotti en plein air” – sarà allietata da una serie di spettacoli musicali e danzanti dislocati, dopo il classico “taglio del nastro” alle ore 18 in Ponte di Mezzo accompagnato dall’ensamble “Archimossi”, lungo tutto il percorso del Centro Storico da Corso Italia a Borgo Stretto e Borgo Largo, ivi compreso Largo Ciro Menotti, affinché coloro che intenderanno prendere parte all’evento possano godere di una Pisa diversa sino alla mezzanotte di sabato prossimo coniugando passeggiate, spettacoli, cultura e shopping.

“Questa è la nona edizione – afferma Simone Romoli di Confesercenti – che si rinnova con la Compartecipazione della Camera di Commercio di Pisa con il patrocinio del Comune di Pisa e della Regione Toscana, unitamente ad altri sponsor privati ed il primo aspetto che intendo sottolineare è un ritorno alle origini rispetto alla programmazione in quanto coincide con la mostra di Palazzo Blu per cercare di valorizzare un periodo dell’anno più debole dal punto di vista commerciale ed inoltre poter sfruttare un clima meteorologico più favorevole. La novità di quest’anno è quello dei salotti pisani in un’ottica di fruizione dell’ambiente urbano in termini di civiltà ed educazione che un evento musicale può indubbiamente favorire. Altra importante novità è che la prima volta una manifestazione crea una sinergia tra eventi musicali, museali e commerciali attraverso il coinvolgimento di turisti e normali cittadini che potranno ottenere biglietti per la visita alla mostra in essere a Palazzo Blu oppure effettuare il camminamento sopra le mura previo un acquisto di minimo 10 euro presso i negozi di Borgo Stretto, Borgo Largo e Corso Italia che aderiscono all’iniziativa.

 

“Ciò che vogliamo fare – afferma Luigi Micheletti di Confesercenti – è offrire una città aperta alle famiglie ed ai giovani per trascorrere una serata in relax facendo acquisti in orari non consueti ed accompagnati da tutta una serie di spettacoli attraverso l’importanza della sinergia tra commercio e cultura”.

“Sono occasioni che servono per far capire al grande pubblico il lavoro che sta alla base di questi eventi – dice Cristina Martelli della Camera di Commercio di Pisa – e si pone l’obiettivo di valorizzare la città in uno dei periodi più difficili dell’anno dal punto di vista commerciale”.

“Ringrazio Confesercenti per questo appuntamento oramai consolidato – afferma l’assessore al Commercio Paolo Pesciatini – ma con il vantaggio di variare ad ogni edizione a dimostrazione una volta di più di come Pisa possa offrire ai cittadini ed ai turisti un programma articolato di eventi anche in prossimità delle feste natalizie, sottolineando come la Notte Blu di quest’anno mette ancora più in evidenza il connubio tra il commercio e la cultura affinché le persone possano rendersi conto di come Pisa possa essere vissuta in un modo diverso dal consueto, con intuizioni lungimiranti e che ritengo assolutamente vincenti”.

Loading Facebook Comments ...
By