Sovraffollamento Bus di Linea: sindacati pronti allo sciopero

PISA – I Sindacati Fit-Cisl e Faisa-CISAL annunciano lo sciopero dei Bus di Linea a Pisa per il sovraffollamento sugli autobus della nostra città.

Premettiamo che non c’era nessuna intenzione polemica nei comunicati e nelle comunicazioni di parte sindacale, apparse nei giorni scorsi sugli organi di stampa, ma solo rammarico per una tragedia che a nostro avviso si sarebbe potuta evitare. Se i toni usati sono stati un po’ forti e di questo ce ne scusiamo con i lettori e le istituzioni, teniamo a specificare che il nostro operato è sempre improntato alla prevenzione delle disgrazie, e nella fattispecie vorremo che la nostra voce sia ascoltata per far sì che certe cose non abbiano a ripetersi in futuro né a Pontedera né altrove.

Ad ottobre 2014 Fit- Cisl e Faisa-Cisal denunciarono con un articolo apparso su vari organi di stampa, la gravità della situazione. Autisti costretti a raggiungere la postazione di partenza con i ragazzi attaccati alle fiancate dei mezzi ed alle porte, che una volta aperte non si riuscivano più a chiudere a causa del sovraffollamento. L’azienda sopperì, temporaneamente, con delle corse bis, ma questo non risolse il problema. Preso atto della cosa Filt-cgil, Fit-cisl e Faisa-cisal, attivarono lo stato di agitazione ed aprirono le procedure di raffreddamento che, ad oggi, sono ancora aperte.

L’unica soluzione possibile per evitare l’incarrozzamento selvaggio è, a nostro avviso, quella di far trovare agli studenti gli autobus già in partenza, fermi e con le porte aperte. Ciò è realizzabile o anticipando l’arrivo dei bus, o posticipando l’uscita degli studenti dalle scuole. Per ciò che riguarda il sovraffollamento dei bus è intuitivo che occorrono più bus o bus più capienti. Con queste due scottanti problematiche, che da più di un anno attendono risposta, ci presenteremo all’incontro, che abbiamo chiesto urgentemente, al Prefetto. Se non vedremo soddisfatte le nostre istanze siamo pronti allo sciopero.

Fonte: Fit-Cisl, Faisa-Cisal

By