Smog, Confagricoltura: “Serve riqualificare l’area urbana aumentando il verde pubblico”

PISA – “Il blocco del traffico è soltanto uno dei provvedimenti che l’amministrazione fiorentina può mettere in atto per contenere il problema dello smog.

Serve una valutazione di quali aree potrebbero essere oggetto di una riqualificazione attraverso un aumento concreto del verde urbano” E’ quanto auspicato da Francesco Miari Fulcis, presidente di Confagricoltura Toscana in merito al primo blocco preventivo del traffico voluto dal Comune di Firenze per cercare di diminuire il Pm10 nell’aria fiorentina.

“Le aree verdi – spiega Miari Fulcis – sono in grado di assorbire anidride carbonica producendo ossigeno e migliorando così la qualità dell’aria. E’ evidente che per raggiungere un livello accettabile, un alleato su cui l’amministrazione può e deve contare è quindi proprio il verde pubblico urbano. Se da una parte è lodevole l’attività dell’amministrazione comunale nell’opporsi ad una cementificazione selvaggia, dall’altra, dopo i nubifragi che hanno colpito la città, sarebbe opportuno velocizzare al massimo i tempi per il rinfoltimento dell’aree maggiormente colpite.

Non minore attenzione è da riporre su tutte le colline che circondano le città dove l’agricoltura è vessata in mille modi e non riesce ad esprimere quella forza, anche economica, che gli compete. Oliveti abbandonati e boschi non coltivati infatti rischiano di perdere quell’importanza fondamentale nel “riciclare” anidride carbonica. Auspico – conclude Miari Fulis una maggior attenzione verso quelle imprese agricole che fanno del proprio lavoro anche un’opera benemerita alla qualità della vita nelle città.”

Fonte: Confagricoltura

By