Tiro a segno Pontedera. Sabato 9 gennaio la terza prova del campionato toscano

PONTEDERA – Il Tiro a segno di Pontedera sugli scudi nell’ “Aria Compressa – BRAC”.

image

Sabato 9 Gennaio il Tiro a Segno di Pontedera sarà sede della 3° Prova di Campionato Toscano BRAC di “Bench Rest” 25 metri ad Aria Compressa, ma è già tempo di fare il punto della situazione della rinnovata sezione sportiva che sta ottenendo importanti risultati nelle competizioni nazionali per la stagione 2015/16. Dopo due prove la classifica del campionato Toscano che vale come qualificazione alla finale del National di Maggio, vede: Alessandro Matteoli (TSN Pontedera) primo nella categoria “Sporter”, precedere Antonio Sirna e Marco Pagnini, mentre nella Unlimited B, Francesco Rossi (TSN Pontedera) è terzo, preceduto da due Gurù dell’Compressa come Marco Buono e Filippo Fantoni (Spazzavento), nella Categoria “Diopter” ancora Alessandro Matteoli, per pochissimo riesce a togliere il primato a Simone Chiari e Simone Fantoni che lo precedevano dopo la prima prova. Nel Trofeo Nazionale Postal “Ratti-Frinchillucci” dopo 3 Prove, troviamo al primo posto, nella categoria “Diopter”, Alessandro Matteoli (TSN Pontedera) che precede, Davide Bove (DAC Desio, MB) e Walter Pieretti (Air Gaa’rt – Brescia). Nella Categoria internazionale a 16 joule “unlimited B” troviamo al primo posto Francesco Rossi (TSN Pontedera) che precedete Walter Pieretti (Air Gaa’rt – Brescia) e Terry Pianegonda (Phoenix FT Veneto).

Ricordiamo che l’ingresso al Tiro a Segno di Pontedera in occasione della gara del 9 Gennaio (Mattina e Pomeriggio) è gratuito, e che il “Bench Rest” ad Aria Compressa è una disciplina di “tiro sportivo” che si può svolgere anche senza “Porto d’armi” è attivo un gruppo facebook per tutte le info: https://www.facebook.com/groups/abrtsnpontedera , dominare la parabola di un pallino di piombo da mezzo grammo, per 25 metri alla ricerca di un bersaglio da 2 millimetri è una pratica che si avvicina più alla meditazione che ad uno sport di “tiro a fuoco”, ecco perché a livello nazionale molte donne danno del filo da torcere agli uomini. I bassi costi delle munizioni, la facilità per iniziare (basta anche una semplice carabina a molla che rientra nella categoria “springer” con un ottica a 6 ingrandimenti da 50 euro) stanno portando nei poligoni molti nuovi tiratori ed ex cacciatori. Per il 2016 è in allestimento anche la squadra sportiva per il calibro 22LR, il presidente Alberto Sevieri, pluri-medagliato a livello nazionale e internazionale sta trasmettendo la sua carica agonistica a tutti i frequentatori del TSN che fondato nel 1883 si avvia ad una seconda giovinezza.

By