Moschea, si farà il referendum? Domani il primo consiglio comunale del 2016

PISA – Primo Consiglio Comunale del nuovo anno. Domani, Giovedì 14 gennaio (dalle 15, sala Regia del Comune) riprenderà l’attività della più importante assemblea cittadina.

All’ordine del giorno, dopo la mozione di revoca di Ranieri Del Torto, Presidente del Consiglio Comunale, richiesta dalle forze politiche di minoranza ad eccezione di Forza Italia (di questo gruppo l’ha appoggiata il solo consigliere Gino Logli), il Consiglio Comunale discuterà del bando della CTT nord per iniziativa della consigliere Elisabetta Zuccaro (M5S), del cantiere delle ghiaie a Marina di Pisa per iniziativa del consigliere Maurizio Nerini (noiadessopis@) e del cosiddetto “bonus acqua” per iniziativa, questa volta, del consigliere Stefano Landucci (gruppo misto).

Successivamente e dopo alcune interrogazioni, come quella del consigliere Raffaele Latrofa (NCD) sul People Mover, al centro, proprio in questi giorni, di vivaci polemiche, e dopo alcune interpellanze, come quella del consigliere Giovanni Garzella (FI) su i permessi alle auto in sosta sull’argine dell’Arno in lungarno Galilei, il Consiglio Comunale voterà la costituzione del Comitato dei Garanti organo, questo, che avrà il compito di valutare l’ammissibilità dei referendum. Infatti, appena insediato, questo Comitato dei Garanti dovrà decidere sull’ammissibilità del referendum sulla “Costituzione di una moschea in zona Porta a Lucca”, richiesto dal Comitato “No Moschea”, presieduto da Luca Cucco.

Il Comitato dei Garanti è composto da tre persone che saranno votate dai consiglieri comunali sulla base di una rosa di tre nomi indicati dall’Ordine degli Avvocati della Provincia di Pisa, cioè gli avvocati Agnese Bertini, Nicola Pignatelli e Giovanni Vaglio, indicati dal Tribunale di Pisa e cioè i magistrati a riposo, Bruno Capurso, Pasquale Di Filippo e Dania Del Rosso e, infine, indicati dall’Università di Pisa, e cioè i professori, Roberto Romboli, Francesco Dal Canto, e Andrea Pertici.

Il Consiglio Comunale, infine, voterà anche la costituzione di Commissione d’indagine, richiesta dai gruppi consiliari di “noiadessopis@” e M5S, su i rapporti tra “Comune di Pisa e la società Sviluppo Navicelli spa” e la costituzione di una Commissione d’indagine “sulle fideiussioni rilasciate al Comune di Pisa da parte di soggetti privati”, richiesta, quest’ultima, dai gruppo consiliare di “unacittàincomune-prc”. Infine il Consiglio Comunale voterà anche una mozione a sostegno dei Centri antiviolenza contro le donne. Primo firmatario, Ferdinando De Negri, capogruppo consiliare del PD.

By