Nonna Protesta spegne 100 candeline

PISA – Protesta Mengali, nata il 14 gennaio 1916 ad Arena Metato, ha festeggiato ieri giovedì 14 gennaio il centesimo compleanno, con una grande festa a casa sua, che ha visto la partecipazione di tantissime persone, venute a salutarla in occasione di questo storico traguardo.

A festeggiarla, oltre alla famiglia con i suoi nipoti, bisnipotini, parenti e amici, anche il vicesindaco Paolo Ghezzi, che conoscendo la signora personalmente da tanti anni, ha tenuto a farle gli auguri in prima persona e a nome di tutta la città.

Molto conosciuta da tutto il quartiere di Gagno, anche per aver gestito la tabaccheria in via San Iacopo per tanti anni, Protesta ha vissuto il periodo storico a cavallo tra le due guerre. Nata in una famiglia socialista, come dimostra la scelta dei nomi per le figlie, Protesta e Proletaria, ha perso il marito nella II guerra mondiale, disperso in Russia, dopo essere stato fatto prigioniero dai russi.

Protesta, rimasta da sola con la figlia Marisella, si è adattata a lavorare prima come sarta per abiti da uomo, seguendo il mestiere del padre, e poi, una volta venuta ad abitare a Pisa nel 1955, alla tabaccheria di Gagno, gestita insieme alla famiglia per tanti anni.

Sono sempre di più i pisani che raggiungono il traguardo del centesimo compleanno: secondo i dati ISTAT resi noti pochi giorni fa, in provincia di Pisa sono ben 145 i centenari, un numero che è quadruplicato negli ultimi anni, a dimostrazione che a Pisa e provincia, come del resto in tutta la Toscana, si vive bene e più a lungo.

By