Il Terzo Polo Cascina: “Nuova vita per la Mostra del Mobilio”

CASCINA – Riceviamo e pubblichiamo una nota della coalizione ‘Terzo Polo per Cascina’ riguardo le dichiarazioni di Andrea Paganelli e il sindaco Alessio Antonelli sull’imminente vendita dell’ex Mostra del Mobilio.

Finalmente, vicino alle elezioni le carte vengono scoperte! L’intervento di Paganelli sulla stampa, che non è d’accordo sul futuro dell’immobile dell’ex Mostra del Mobilio è sicuramente condivisibile, parola per parola, persino nella punteggiatura. Anche se queste parole avremmo preferito ascoltarle nella seduta del Consiglio Comunale nel quale è stata approvata la variante al Regolamento Urbanistico che, tra gli altri disastri di cui abbiamo segnalato per tempo i rischi, conteneva anche il cambio d’uso della mostra.

Nonostante i nostri avvertimenti sulla scelleratezza della variante, e delle scelte contenute nella pianificazione, a marzo 2015 tutta la maggioranza di allora, cioè Pd, Sel e Comunisti Italiani, ha approvato questo documento riscuotendo dal Sindaco il titolo di eroi, di testimoni di una rivoluzione copernicana. Una triste rivoluzione che conteneva ben 6000,00 mq, area su cui insiste la vecchia Mostra, da riutilizzare per 5000,00 mq a destinazione commerciale e, così come sull’area ex “Cittadella dello Sport” , dove sarà possibile edificare 4.008,00 mq di edilizia Residenziale, pari a circa 54 appartamenti, 2.500,00 di Commerciale, 2.000,00 di Direzionale, 8.000,00 di Strutture di interesse pubblico, per un totale di 16.508,00 mq, con buona pace della “green revolution”, e sacrificando una superficie di circa 90.000,00 mq. Altro che inneggiare al “consumo zero” di territorio. Altro che tentare di giustificare queste scelte con 20 nuovi posti di lavoro quando il saldo complessivo sarebbe negativo viste le conseguenze sulle attività che rischiano la chiusura. In realtà è una semplice speculazione edilizia.

Adesso accogliamo con grande soddisfazione che Paganelli concorda con le nostre posizioni quindi possiamo ancora recuperare questa parte. Come? Non votando, assieme a noi, il secondo stralcio della variante. Questo ulteriore documento prevede di far passare edificabili 6 ettari di terreno agricolo nella zona di Navacchio. Inoltre, il Terzo Polo proporrà di inserire un articolo nelle NTA del RU a tutela del tessuto sociale e commerciale di vicinato per l’area della Mostra – articolo che un po’ tutti i Comuni lungimiranti, hanno adottato.

By