Fabrizio Lucchesi: “Sconfitta figlia di una prestazione mediocre, ma non sono preoccupato”

PISA – Nel dopo gara arrivano anche le parole del Dg Fabrizio Lucchesi che predica ottimismo sul futuro.

“Sconfitta figlia di una prestazione mediocre, espressione di un periodo mediocre, non parlo dei risultati, parlo della prestazione. Credo ci sia bisogno di rifare un po quadrato, perché non vorrei che qualcuno avesse pensato che le cose si risolvessero da solo. Stiamo pagando anche a livello psicofisico la rincorsa alla Spal del girone di andata. È una concessione che già consumata, adesso dobbiamo ritrovare la voglia di ritrovare risultato, mancano quindici partire e dovremo affrontarle nel modo migliore. È un campanello di allarme, che bisogna affrontare, credo nei ragazzi e credo che domenica reagiranno. I malumori non lo crea chi non gioca, ma chi gioca perché non lo fa come dovrebbe. Chi è arrivato per vari motivi non è al meglio e si è appoggiato a quelli che c’erano, però sono arrabbiato e non preoccupato, perché la squadra reagirà. Stiamo aspettando di sapere dove andranno Lupoli e Dicuonzo. Forgacs e qualcun altro potrebbero andare a giocare anche per il rispetto delle società che ce l’hanno dati. Nessuno ad oggi mi è venuto a chiedere di andare via, anzi. Chiedo scusa ai tifosi, vincere è un nostro dovere perché bisogna avere rispetto di chi fa 400 chilometri ma anche chi ci segue da casa. Però voglio dire a loro che non siamo in cura e bisogna fare attenzione altrimenti la medicina fa più danni che la malattia”.

By