Lega Pro, girone BLa Spal vola via, si accende la lotta play-off. Il punto

PISA – La terza di ritorno potrebbe aver messo la parola “fine” al discorso Promozione, con la Spal che dilata a nove i punti di distacco sul Pisa, sconfitto ad Ancona, mentre si accende la volata playoff con tre squadre (le stesse Pisa ed Ancona, con in mezzo la Maceratese …) racchiuse nello spazio di due soli punti.

di Giovanni Manenti

Lasciano viceversa punti importanti per strada Carrarese e Pontedera, mentre si rilanciano Siena ed Arezzo in un turno che vede crollare il fattore campo con ben cinque vittorie in trasferta. In coda, la divisione della posta nel match tra Rimini e Lupa Roma non aiuta nessuna delle due squadre, che devono ora guardarsi le spalle da un Savona che, corsaro allo Stadio “Dei Marmi”, si è oramai “riagganciato” al treno salvezza.

Una rete in “zona Cesarini” del neo acquisto Grassi consente alla capolista Spal di espugnare il campo della Pistoiese ed allungare in maniera forse definitiva in testa alla classifica, complice la più brutta esibizione stagionale del Pisa, incappato in una sconfitta per 2-0 senza alcuna attenuante sul campo di un Ancona assoluto dominatore dell’incontro, con il risultato sbloccato da un gran destro da fuori area di Cazzola poco prima della mezz’ora di gioco e replicato da un sinistro a volo dell’ex Pedrelli in chiusura di prima frazione di gioco. Di tale esito approfitta, oltre all’Ancona stesso (portatosi ora a soli due punti dai nerazzurri …), anche la Maceratese che, grazie ad una doppietta del “gioiellino” Colombi, proveniente dalle Giovanili dell’Inter, conquista l’intera posta sul campo della Lucchese, dando così un calcio alla crisi e rimandando i sogni di gloria dei rossoneri locali, al pari di quelli della Carrarese, superata anch’essa tra le mura amiche dal Savona in gran spolvero di questo inizio 2016 (tre vittorie ed un pari dalla ripresa del Campionato ….), e del Pontedera, che ha dovuto alzare bandiera bianca dinanzi all’Aquila per la seconda volta corsaro in questo Campionato, complice anche un’incertezza di Cardelli che spiana la strada al vantaggio ospite di Ceccarelli su rigore, poi replicato dal “solito” Sandomenico nella ripresa e con la rete di Scappini (giunto comunque al 16.mo centro stagionale …) a dare slancio ai granata per l’assalto finale che non produce però gli auspicati frutti. Sperano di non essere ancora tagliati fuori dalla zona playoff anche il Siena che, dopo il successo ad Ancona del 10 gennaio, torna alla vittoria in campo esterno capitalizzando al massimo una rete di Yamga in apertura e controllando agevolmente la sterile replica di un Prato giunto oramai alla quinta sconfitta consecutiva che pone a serio rischio la panchina di Mister De Petrillo, nonché l’Arezzo – imbattuto dal 15 novembre (sconfitta interna per 1-2 contro la Lucchese …) – che travolge un Tuttocuoio che non riesce più a trovare la via della rete, grazie ad un “rigenerato” Giuseppe Greco che con la sua doppietta nei primi 5′ di gioco chiude in pratica l’incontro, il cui 4-0 finale viene poi certificato nella ripresa grazie al solito Tremolada (e sono 9 …) ed ad un rigore di Defendi, cui lo stesso Tremolada lascia l’incarico della battuta…

In coda, la divisione della posta nel confronto tra Teramo e Santarcangelo, con i romagnoli passati in vantaggio in finale di primo tempo con Margiotta e raggiunti da Petrella per i locali a soli 8′ dal termine, consente comunque ad entrambe le compagini di fare un passettino in avanti rispetto alle sabbie mobili della zona playout in virtù delle citate contemporanee sconfitte interne di Prato e Pistoiese, di cui viceversa non riesce ad approfittare il Rimini, bloccato sull’1-1 interno da una combattiva Lupa Roma, e la cui crisi non sembra trovare soluzione, nel mentre i ciociari si ritrovano ora il Savona ad una sola lunghezza di distanza nella lotta per evitare l’ultimo posto in classifica che decreta la diretta retrocessione in Serie D. E domenica il calendario propone un Lupa Roma-Prato da brividi …..

LA SQUADRA DELLA SETTIMANA. Più che della settimana, ancorchè il successo esterno allo Stadio “Dei Marmi” di Carrara sia di indubbio prestigio, sarebbe più corretto definire “Squadra del Mese” il SAVONA, che in questo avvio di nuovo anno sarebbe primo in Classifica unitamente alla Spal ed all’Arezzo, tutte e tre capaci di raccogliere 10 punti sui dodici a disposizione nelle quattro gare disputate a gennaio. Quello che maggiormente va a merito della Formazione ligure è il fatto di aver superato lo schock delle continue penalizzazioni subite (attualmente sono ben 12 i punti in meno in graduatoria …) e di aver sempre creduto in una rimonta che, sino a qualche settimana fa, sembrava impossibile e che ora vede viceversa i biancoblu ad una sola lunghezza dalla Lupa Roma, penultima in classifica, con il chiaro obbiettivo di evitare l’ultima piazza che decreta la diretta retrocessione e poi giocarsi le proprie chances di salvezza nella lotteria dei playout. E, se Virdis continuerà a segnare reti decisive come quella di Carrara, l’impresa sembra tutt’altro che irrealizzabile.

IL FLOP DELLA SETTIMANA. E’ lecito chiedersi cosa stia succedendo al TUTTOCUOIO che, dopo aver sbancato l’Artemio Franchi di Siena nel Turno prenatalizio con un rotondo 4-0, non solo non ha più colto i tre punti in questo mese di apertura del nuovo anno, ma è rimasto a secco in tutte e quattro le successive gare sin qui disputate, collezionando un sol punto nel pareggio esterno di Rimini, facendosi pericolosamente risucchiare nella parte bassa della graduatoria. Sicuramente, sull’attuale trend negativo possono aver inciso le quattro giornate di squalifica comminate a Mister Lucarelli dopo la gara con la Spal, ma a preoccupare i tifosi neroverdi è soprattutto l’arrendevolezza dimostrata nella gara di Arezzo, praticamente chiusa dopo soli cinque minuti di gioco, e serve pertanto un’immediata inversione di rotta per evitare di dilapidare del tutto il “tesoretto” accumulato con i 23 punti conquistati nelle prime 16 giornate di Campionato, ed il calendario in questo senso ne offre l’opportunità con il turno casalingo di domenica prossima contro la Carrarese.

By