Il libro ETS “Andata e (non) ritorno sulla letteratura dello sterminio arriva a Pisa

PISA – Giovedì 11 febbraio alle 17.30 all’Antico Caffè dell’Ussero (Lungarno Pacinotti, 27 Massa) presentazione del libro “Andata e  (non) ritorno” di Anne Marie Jaton e Fabio Ciaralli (Edizioni ETS).

Saluti istituzionali M. Luisa Chiofalo, Assessora alla Memoria e ai Valori del Comune di Pisa; Maurizio Gabbrielli, Presidente Comunità Ebraica di Pisa. Relatore Guri Schwarz, Università di Pisa, con la testimonianza di Vera Vigevani Jarach.

Sinossi. La letteratura dello sterminio mostra impietosamente che per sopravvivere ogni uomo è pronto a superare tutti i confini: conduce inevitabilmente a confrontarsi con temi storici e riflessioni psicosociali che si interrogano sulla presenza del male nell’uomo. Travalicando i canoni della letteratura e della filosofia contemporanee, narra esperienze di sconfinato dolore, insieme singole e comuni a tutti gli autori.
I grandi scrittori europei che qui ascoltiamo cercano un modo di esprimere l’oscillazione impazzita fra vita e morte: fame, freddo, istanti senza fine di una macabra danza disperata. Sono voci intrise di carne e sangue di esseri umani ormai ridotti a bestie: dopo il vissuto di un orrore propriamente assurdo, riescono a trasformalo in scrittura, in un ultimo, estremo sacrificio.
La letteratura dello sterminio è il corpo vivente delle grandi questioni: quale è la natura dell’uomo? Dove si situano i confini fra bene e male? Cerchiamo risposte e vacillano le nostre certezze.



Anne Marie Jaton, già Professore Ordinario di Letteratura francese all’Università di Pisa, è autrice di volumi su Laclos, Lavater, Nerval, il mito di Napoli nell’Ottocento, Blaise Cendrars, Raymond Queneau, Charles-Albert Cingria, Jacques Chessex e Nicolas Bouvier.

Fabio Ciaralli, laureato in storia e filosofia, è autore di articoli su Guido Ceronetti, Pietro Citati, Gesualdo Bufalino e Giorgio Manganelli.

By