Marco Guidone a Pisanews: “Sono stati mesi difficili, mi sono tolto un peso. All’Arena sarà dura”

PISA – Nel Santarcangelo milita un ex giocatore del Pisa, l’attaccante Marco Guidone, da due stagioni veste la maglia dei clementini e quest’anno risulta il più presente della sua squadra con 21 gettoni e quattro reti realizzate, due in casa e due lontano dalla Romagna.

di Maurizio Ficeli

Marco Guidone e’ Monza il 17 maggio 1986 ed alto cm.1,90 per 79 kg.di peso e giunse all’ombra sella Torre nel gennaio 2011 disputando 13 gare e segnando due reti, fra cui quella importante a Cava dei Tirreni che diede il via ad un’importante rimonta per i nerazzurri guidati a quel tempo da Mister Dino Pagliari. È proprio di oggi la notizia del proscioglimento di Guidone nell’inchiesta “Dirty Soccer”.

Ciao Marco e ben ritrovato sul nostro portale: partiamo intanto da quella vicenda del “Dirti Soccer” dove ne sei uscito, e noi non abbiamo avuto mai dubbi, assolto con formula piena: cosa hai provato nell’apprendere questa sentenza?

“Tanta gioia, in quanto sono stati mesi indubbiamente difficili e complicati, insomma cose veramente inspiegabili e perciò, quando mi è arrivata la notizia del proscioglimento, è stato davvero un peso tolto, avvalorato, inoltre, dal fatto che la procura federale non ha interposto appello”.

Quindi adesso puoi concentrarti con più tranquillità sul calcio giocato…

“Certo, direi che da lunedì per me ha avuto inizio un’altra vita, sia dal punto di vista calcistico che da quello umano e sono contento di aver sempre avuto al mio fianco parenti,amici, i compagni di squadra, il mister e la società”.

Che campionato sta facendo questo Santarcangelo?

“Stiamo facendo un buon girone di ritorno, malgrado i sei punti di penalizzazione e poi nel l’ultima gara abbiamo battuto 3 a 1 la Pistoiese ed ora sabato ci attende una “battaglia” difficile a Pisa”.

Pisa che domenica scorsa ha battuto l’Arezzo 2 a 0: che squadra ti aspetti?

“Sicuramente il Pisa sia come nomi che come squadra nel suo complesso è una delle squadre più forti, lo ha dimostrato con la vittoria schiacciante contro l’Arezzo e dirà anche la sua nella corsa finale contro la Spal”.

Spal che però, nel posticipo serale di lunedì scorso ha battuto un Pontedera che non ha demeritato, con un gol di Finotto: primo posto ormai appannaggio dei ferraresi o ci sono ancora margini perché il Pisa possa raggiungerlo?

“Tutto è possibile, sicuramente 9 punti sono tanti, ma il Pisa è avvantaggiato nello scontro diretto con la Spal, ci può stare qualche passo falso degli emiliani, però il Pisa dovrà cercare di mantenere il passo: ci sono ancora 14 partite e può veramente accadere di tutto”.

Analizziamo un po’ la squadra nerazzurra, anche al di là degli ultimi inserimenti: che giudizio dai?

“Eusepi è sicuramente un acquisto importante, un lusso per questa categoria, poi è stato ingaggiato Stefano Avogadri, che è un mio carissimo amico, giocatore forte ed importante nell’economia della squadra nerazzurra e che anche ad Ascoli ha fatto benissimo, poi ci son pedine importanti, cito Tabanelli, Mannini ed altri, ripeto, Pisa forte come singoli che come complesso”.

Con quale spirito e determinazione state preparando la gara di sabato sera all’Arena Anconetani?

“Noi siamo pronti e molto motivati, veniamo da tre risultati utili consecutivi e vogliamo dare continuità a questa serie positiva. Siamo consapevoli che a Pisa non sarà semplice, dovremmo cercare di non andare in svantaggio come accadde nella gara di andata, cercando di tenere la gara in maniera equilibrata e facendoci trovare pronti nello sfruttare al massimo le occasioni che ci potranno capitare “

Come magari, da parte tua, segnare il gol dell’ex?

“Al Pisa ho già fatto gol lo scorso anno e spero di rifarlo perché sono un attaccante e segnare e’ il mio mestiere, ma non è per una questione di rivalsa, in quanto a Pisa sono stato benissimo e ricordo sempre quel gol fatto a Cava dei Tirreni, ma per fare risultato esclusivamente per la mia squadra e come spero di segnare al Pisa, spero, nel prosieguo di questo campionato, di segnare a qualunque squadra avversaria che giocherà contro il Santarcangelo”.

By