Venerdì le mamme toscane scendono in piazza con un corteo pacifico

PISA – Le mamme toscane scendono in piazza con un corteo pacifico Venerdi 12 Febbrauo sotto il Comune di Pisa. Ecco la lettera integrale.

La nostra lotta per la sicurezza dei bambini continua! Dopo il comunicato che vi abbiamo mandato il 4 febbraio, il gruppo ‘La Voce delle Mamme Toscane’ formato da più di 1200 genitori, ribadisce il suo impegno per far si che le istituzioni si smuovano e rendano sicure le strutture frequentate da bambini da uno a sei anni.

Solleciteremo Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, e l’assessore Cristina Grieco per riceverci al fine di creare degli interventi concreti e immediati. Chiediamo, in primis delle verifiche, perizie psichiche e attitudinali, sul personale che opera sui piccoli. Non solo sul personale che sarà assunto ma anche su quello attuale e sia sulle educatrici che su coloro che cooperano con le strutture. Questo, a nostro parere deve esser fatto su in tutte le strutture pubbliche della Toscana e i nidi e materne private devono adattarsi a quest’obbligo! Nel caso fossero riscontrati problemi e risultassero soggetti non idonei,ne pretendiamo, per la salvaguardia dei nostri figli, l’allontanamento immediato. Tali controlli, secondo il nostro gruppo, devono essere effettuati periodicamente ed i risultati dei test dovranno poter essere visionati da una rappresentanza di genitori affiancati dalla consulenza di un professionista. Al fine di rendere il personale adatto, crediamo sia fondamentale una formazione costante così da garantire al massimo la tutela dei bambini e serenità al personale stesso. Come gruppo di genitori formato spontaneamente su Facebook in seguito ai fatti avvenuti nell’asilo nido ‘Montessori’ in località Cep, prendiamo le distanze e critichiamo le dichiarazioni fatte dall’amministrazione pisana. Dire che la situazione è sotto controllo e che non si è verificata nessuna anomalia ci sembra a dir poco assurdo. Mancano azioni da parte delle istituzioni. Continuiamo a chiedere anche l’istallazione di attrezzature audio visive per la sorveglianza dei bambini garantendogli sicurezza. Continueremo a promuovere la nostra petizione e a chiedere alle istituzioni degli incontri. Il fatto che in soli 6 giorni abbiamo raccolto più di 5mila firme è sintomatico del disagio dilagante e non certamente ignorabile! I genitori dei bambini toscani sono PREOCCUPATI dalle mancanze di buona gestione dell’amministrazione regionale in merito a questa tematica delicata e fondamentale per la buona crescita dei propri figli, pertanto non si fermeranno le nostre azioni ed anzi, come Gruppo, parteciperemo ad iniziative che promuovano i nostri principi, come il corteo pacifico che si terrà venerdì 12/02 p.v. alle ore 10.00 davanti al comune di Pisa. Infine, ma non meno importante, vogliamo specificare che noi non abbiamo nessun cappello politico! Chiunque voglia appoggiarci è ben accetto, da qualsiasi partito derivi ma noi agiamo solo in nome dei bambini.

Gruppo “La Voce delle Mamme Toscane”.

By