Confcommercio sull’emergenza abusivi. Pieragnoli: “Siamo preoccupati”

PISA – Un sequestro ogni 4 giorni di merce contraffatta non basta a fermare gli abusivi. Occorrono sequestri a tappeto, tutti i giorni, 365 giorni all’anno. A parlare è Federico Pieragnoli, direttore ConfcommercioPisa.

“Se a febbraio si parla già di emergenza abusivi, allora c’è da preoccuparsi davvero. Chissà cosa accadrà con l’arrivo prossimo della bella stagione, Pisa e il suo litorale rischiano una vera e propria invasione”.

Toni duri, per chi come ConfcommercioPisa combatte da anni questo fenomeno: “Segnalazioni, incontri ufficiali, dossier, denunce, manifestazioni, spettacoli teatrali, trasmissioni televisive, campagne di sensibiliazzione, scuole, le abbiamo provate veramente tutte per raccontare e far emergere a chi di dovere la gravità del fenomeno. Ma ogni volta sembra di dover ripartire da zero”.

Secondo Pieragnoli “non bastano interventi spot una tantum per conseguire risultati concreti e duraturi, ma è necessario un pressing costante delle forze dell’ordine e degli agenti della municipale per limitare la proliferazione di una simile piaga. Parliamo di una catena ininterrotta di reati penali e amministrativi, commessi alla luce del sole, nel dispregio delle più elementari norme della convivenza civile”.

“Siamo sempre pronti e disponibili come Associazione a dare concretamente il nostro contributo” – conclude il direttore – “perchè cittadini, imprenditori e turisti non siano lasciati soli davanti ad un fenomeno così invadente, pervasivo dai caratteri ormai spiccatamente aggressivi e violenti”.

By