Una doppietta di Verna affonda (2-1) il Santarcangelo. Pisa rosicchia due punti alla Spal

PISA – Il Pisa batte il Santarcangelo (2-1) in rimonta conquista la sua seconda vittoria interna consecutiva e si porta a meno sette dalla Spal rosicchiando due punti alla capolista. Al vantaggio di Guidone sono seguite le due reti in sei minuti di Luca Verna.

di Antonio Tognoli

(Foto di Francesco Batoni – Vietata la riproduzione)

Nella ripresa il Pisa anche con un po’ di fortuna ha gestito il Match e ha portato a casa tre punti importantissimi per la sua classifica. Pisa in completa tenuta nerazzurra, il Santarcangelo si presenta all’Arena in completo rosso. Mister Gattuso deve rinunciare a Rozzio, Crescenzi, Tabanelli e Varela, riproponendo il 3-5-2. Davanti a Bindi ci sono Lisuzzo, Polverini e Fautario. A centrocampo Gattuso lancia dal primo minuto Provenzano che sulla linea mediana è affiancato da Ricci e Verna. Sugli esterni spazio ad Avogadri e Mannini. Cani ed Eusepi sono chiamati a sostenere il peso dell’attacco. Mister Zauli che deve rinunciare a Drudi e Castellana perde all’ultimo momento Obeng fermato dalla febbre e schiera un 4-3-1-2 classico. Mori prelevato dal mercato di Gennaio dalla Lucchese viene schierato al posto di Obeng. Centrocampo a tre con Valentini, Gerli e Ilari con Venitucci alle spalle di Guidone e Margiotta. Primi minuti di studio del Match con il Pisa che parte con un ritmo abbastanza alto. Il primo tiro verso lo specchio della porta romagnola è de nerazzurri (5′) con Cani che prova di sinistro a sorprendere Nardi rimasto un po’ fuori dalla sua area piccola, ma la palla sfila sul fondo. Qualche minuto dopo è Avogadri servito molto bene da Verna a crossare in mezzo per la testa di Provenzano: la palla colpita dal numero sei nerazzurro termina di poco alta sopra la traversa. Ma sul capovolgimento di fronte passa il Santarcangelo (10′): azione manovrata della formazione di mister Zauli con la palla che perviene sulla zona sinistra del campo a Margiotta che lascia partire un Cross perfetto per la testa di Guidone che trova il tempo per anticipare tutti e dare l’ennesimo dispiacere alla sua ex squadra. Santarcangelo in vantaggio e Arena ammutolita e terzo gol per Guidone in questo campionato. Il Pisa accusa il colpo per qualche minuto e chiede il rigore al 12′ per un presunto fallo su Eusepi che va giù un area di rigore per un contatto con Mori, ma il Sig. Zanonato lascia correre. La spinta dei ragazzi di Gattuso però si fa sempre più insistente. Quando spinge sull’accelleratore il Pisa da l’impressione di poter far male. Impressione confermata al 24′ quando Mannini scarica su Verna che al limite dell’area controlla con il destro si porta la palla sul sinistro trovando l’angolo alla destra di Nardi spiazzato forse anche da una leggera deviazione di un suo compagno: 1-1 e sfida rimessa in piedi. I ragazzi di Gattuso sfruttano il momento di sbandamento della formazione clementina, ma soprattutto la grande serata di Mannini che vince alla grande il duello sulla corsia mancina con il suo dirimpettaio Adorni, serve un altro straordinario pallone (30′) a Verna che sbuca sul secondo palo e mette ancora una volta alle spalle di Nardi e va a prendersi gli applausi della Curva Nord. In sei minuti dunque situazione ribaltata e Pisa avanti per 2-1. I nerazzurri continuano ad attaccare. Si gioca in una sola metà campo quella del Santarcangelo con Eusepi che al 32′ ha l’occasione di portare a tre le reti nerazzurre ma il suo destro è bloccato a terra da Nardi. È l’ultima occasione della prima frazione che si chiude sul 2-1 per il Pisa.

Nessun cambio nei due schieramenti ad inizio ripresa. Si riprende a giocare con il Pisa subito in avanti e con l’ennesimo Cross di Mannini dalla sinistra a cercare sul secondo palo Provenzano che non arriva all’appuntamento con la sfera. Sono passati appena trenta secondi. Nerazzurri ancora in avanti al 3′ con un traversone ancora di Mannini che questa volta non trova Verna nel punto giusto al momento giusto. I nerazzurri badano a gestire il Match fraseggiando molto bene. I ritmi sono tutt’altro che alti, ma gli applausi fioccano per il buon fraseggio dei nerazzurri. Il primo cambio della partita è del Pisa. Mister Gattuso al minuto 21 richiama in panchina Provenzano (che esce tra gli applausi) inserendo il greco Makris che al 24′ va alla conclusione dai 25 metri: Nardi blocca a terra. Mister Zauli risponde con un doppio cambio inserendo dapprima Mordini per Mori e successivamente Bardelloni in luogo di Guidone. Ma il Santarcangelo va vicinissimo al pareggio al 29′ quando Margiotta servito proprio dal nuovo entrato Bardelloni si gira e di sinistro colpisce il palo a Bindi battuto. La palla “ballonzola” all’altezza dell’area piccola e perviene a Ilari che a tira a botta sicura, ma Bindi si supera e devia da campione in angolo. Sull’azione successiva ci prova ancora Margiotta dal limite con la sfera che termina di poco alta sopra la traversa. Il Pisa soffre leggermente, la squadra di Gattuso ha speso molto nella prima frazione. Alla mezz’ora esce Cani per far posto in attacco a Montella. Ma è il Santarcangelo a tenere in apprensione la retroguardia nerazzurra. Sugli sviluppi di un corner calciato da Venitucci Fautario appostato nei pressi della linea di porta rinvio un pericoloso colpo di testa di Capitanio. Negli ultimi minuti c’è tempo anche per l’ingresso in campo di Sanseverino al posto di un applauditissimo Ricci. Nel recupero (quattro minuti) c’è tempo per una conclusione dal limite di di Montella che termina sul fondo. L’arbitro fischia, l’Arena può esultare. Il Pisa esce vincitore con l’elezione a fine gara di Mannini come Man Of The Match dell’incontro.

By