Enrico Rossi in visita al PisaMover conferma: “Mi candido a Segretario Nazionale del PD”

PISA – Si è svolta quest’oggi la prima tappa – la seconda è stabilita per sabato prossimo 27 febbraio – in merito alla visita che il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha calendarizzato nella nostra città per il sopralluogo sullo stato dei lavori del Progetto “Pisa Mover”, incontri pomeridiani con il Rettore per la presentazione del Progetto di restauro del Palazzo della Sapienza; con alcuni imprenditori del settore Nautico presso il Cantiere dei Navicelli, per poi concludere con una visita alla Struttura Ospedaliera di Cisanello.

image

di Giovanni Manenti

Nel corso della visita della mattina per verificare lo “stato dell’Arte” del progetto “Pisa Mover” (come noto, trattasi della “Navetta veloce” che andrà a collegare l’Aeroporto Galilei alla Stazione Ferroviaria Centrale …) presso il Parcheggio Scambiatore, il Sindaco Marco Filippeschi ha manifestato tutto il suo, legittimo, orgoglio in merito a come lo stato di avanzamento dei lavori stia procedendo secondo i tempi stabiliti nell’ottica di realizzazione di un Progetto sottoposto sette anni fa alla Commissione Europea a Bruxelles e che ora sta divenendo una splendida realtà, tale da rendere operativa la modernizzazione di Pisa come polo all’avanguardia nella Regione per quanto attiene i collegamenti tra il Capoluogo e l’Area vasta costiera al fine di raggiungere l’obiettivo prefissato di un transito di passeggeri per lo scalo aeroportuale intorno ai 7 milioni annui.

image

Ma questo, ha sottolineato il Primo Cittadino, non deve intendersi come un punto di arrivo, bensì di partenza, rimarcando come, ad ultimazione dei lavori in corso, si aprirà immediatamente un altro cantiere volto al potenziamento della Stazione Passeggeri del Galilei, che a regime vedrà un investimento di ca. 40 milioni di Euro da parte di “Toscana Aeroporti”, in rappresentanza della quale era presente l’Amm.re Delegato Dr.ssa Giani, a conferma delle sinergie tra le varie istituzioni per addivenire al miglioramento della mobilità e della logistica intorno all’Aeroporto, al fine di ottimizzare la funzione che il “Pisa Mover” e la nuova Area di Parcheggio andranno a svolgere.

image

In tale ottica, Filippeschi non ha mancato di “stimolare” il Presidente Rossi affinchè possa dare il suo fattivo contributo per un obiettivo strategico condiviso, vale a dire il miglioramento e la velocizzazione dei collegamenti ferroviari tra Pisa e Firenze, con treni puntuali, di qualità e veloci, tesi alla realizzazione di un sistema aeroportuale efficace e sostenibile e per connettere tutta l’Area costiera regionale all’alta velocità. E’ un fiume in piena il Sindaco, tende a ribadire come il progetto e le opere in corso di realizzazione vadano anche incontro alla riqualificazione del Quartiere, superando le barriere della vecchia ferrovia e potenziando il sistema di drenaggio delle acque che in passato ha creato non pochi problemi ai residenti, mentre con i nuovi parcheggi si punta ad evitare il flusso dei mezzi privati nella città, dando una possibilità di sosta ed un collegamento economicamente vantaggioso. I prossimi obiettivi, sui quali già stiamo lavorando – conclude Filippeschi – sono la costruzione di una “Cittadella Aeroportuale” ed il potenziamento dei collegamenti tra il Centro Città ed il Nuovo Ospedale Santa Chiara di Cisanello, iniziative per le quali abbiamo già chiesto udienza al Commissario dell’Unione Europea ai Trasporti Violeta Bulc per mostrarle ciò che abbiamo realizzato e presentare i nuovi progetti invitandola a Pisa. Al Presidente Regionale Enrico Rossi non è toccato altro che prendere atto del positivo andamento dei lavori – in ordine ai quali non ha mancato di sottolineare come la Regione abbia destinato 21 milioni di Euro di Fondi Europei – evidenziando come l’Aeroporto Galilei, ad ultimazione delle opere previste, avrà una dimensione, anche a livello logistico e di infrastrutture, da fare invidia a molti analoghi Scali Europei, e ciò al fine di potenziare le finalità turistiche di una Regione che quanto a clima, bellezze geografiche ed artistiche ha poche rivali, non solo in Italia, ma anche nel Mondo. Circa lo scopo della sua visita, Rossi ha confermato che essa si inquadra, non tanto in un “Tour”, quanto piuttosto in una modalità di Governo, valida per Pisa come per le altre realtà della Toscana, date anche le maggiori responsabilità attribuite all’Ente Regionale dopo l’abolizione delle Province, e, dopo la seconda tappa di sabato prossimo, farà il punto con il Sindaco al fine di verificare quali eventuali criticità possano essere emerse e come affrontarle. “MI CANDIDO A SEGRETARIO NAZIONALE”. A margine della Conferenza Stampa, incalzato dai giornalisti, Rossi non ha potuto negare di voler avanzare la propria candidatura – alla ormai prossima scadenza del suo mandato – a Segretario Nazionale del PD precisando comunque che, dichiarandosi né “Renziano” nè “Anti Renziano”, e visto che le nomine non vengono più dall’alto, ma dalla base, essa dipenderà da quanti compagni ed amici intenderanno sostenerlo. Ora, il Presidente Rossi non poteva certo ammetterlo, ma il dubbio che queste visite itineranti servano più che altro ad ottenere e/o verificare consensi alla sua dichiarata candidatura, appare più che legittimo.

ROSSI IN VISITA ALLA SAPIENZA E ALL’ORTO BOTANICO: “INTERVENTI DI GRANDE VALORE”. Nel corso della sua giornata pisana, il presidente della Regione, Enrico Rossi, ha visitato il Palazzo della Sapienza, centro storico e simbolo dell’Università di Pisa, dove dallo scorso novembre sono iniziate le opere di adeguamento, consolidamento e riorganizzazione funzionale dell’edificio e, subito dopo, l’Orto Botanico, il più antico al mondo legato a un’istituzione universitaria, anch’esso interessato da importanti lavori di ristrutturazione. Accompagnato dal sindaco Marco Filippeschi, dal consigliere regionale Antonio Mazzeo e dal soprintendente Andrea Muzzi, il presidente Rossi ha fatto un sopralluogo ai cantieri, constatando di persona lo stato di avanzamento degli interventi. A fare gli onori di casa, il rettore Massimo Augello. Alla fine della visita, Rossi ha fatto i complimenti al Rettore e ai suoi collaboratori. “Davvero grazie a tutti voi – ha detto il presidente – per questi progetti di recupero e valorizzazione di due strutture che hanno un alto valore simbolico e culturale. Siamo davanti al primo nucleo dell’Università di Pisa e al più antico giardino dei semplici d’Europa. La Regione ha fatto economicamente la sua parte e sono felice di constatare di persona che tutto procede speditamente e bene per recuperare e valorizzare due spazi davvero suggestivi con soluzioni anche innovative. Mi pare la migliore risposta alle polemiche che qualcuno aveva voluto sollevare”.

By