PisaJazz. Al Cinema Nuovo domenica il duo stellare

PISA – Domenica 28 febbraio, al Cinema Nuovo di Pisa, va in scena uno dei principali appuntamenti di PisaJazz, la rassegna promossa dall’Associazione ExWide con il contributo della Fondazione Pisa e dell’Amministrazione Comunale, in collaborazione con Music Pool e Network Sonoro.

image

Si tratta del duo stellare formato da Dave Douglas e Uri Caine che per l’occasione presenterà l’album “Present Joys”, una selezione di ballad originali, inni sacri e improvvisazioni.

Dave Douglas e Uri Caine hanno molto in comune: impeccabile tecnica, gusto per la ricerca, flessibilità in abbondanza per superare agilmente i confini di genere, il tutto raffinato e perfezionato dalla costante frequentazione dell’ambiente della “downtown music” di cui John Zorn è il maggior esponente. Douglas era uno dei membri originali del quartetto Masada, Caine ha fatto parte della versione in sestetto del gruppo, e tra le sue molteplici attività continua spesso ad interpretare per piano solo le composizioni del sassofonista di New York. Dopo aver collaborato fruttuosamente in diversi contesti, recentemente Douglas e Caine hanno deciso di esplorare la intima dimensione del duo, con un album che è stato tra i più apprezzati del 2014. Nel disco Present Joys hanno infatti rielaborato cinque inni religiosi tradizionali del New England dalla raccolta The Sacred Harp e reinterpretato cinque brani originali di Douglas creando un inimitabile equilibrio tra antichi inni protestanti, moderno jazz dell’era postbop e sprazzi di libera improvvisazione. Il sound creato dai due affascina fino dalle prime note, con il timbro caldo e ricco della tromba di Douglas e l’attento accompagnamento contrappuntistico di Caine, un musicista capace di affiancare nel suo curriculum Grover Washington, Philly Joe Jones (concittadino di Caine), Mahler, Bach e Beethoven. Ma con personaggi del genere la sorpresa è sempre in agguato, e dopo un delicato tema evocativo di una cerimonia religiosa in una chiesa di campagna l’ascoltatore si può trovare di fronte al poderoso swing della mano sinistra di Caine che sostiene le sferzanti linee della tromba di Douglas, direttamente ispirata alle taglienti sonorità di Miles Davis.
Logica continuazione delle esperienze di Douglas nella reinterpretazione di melodie dell’Est europeo nel suo Tiny Bell Trio e di quelle di Caine nelle sue rivisitazioni di composizioni classiche di Mahler, Beethoven e Mozart, il duo affascina per la telepatica interazione tra i musicisti, la fluida inventiva e alla base di tutto la gioia creativa del dialogo improvvisato tra due grandi intelligenze musicali.

Il concerto segna la riapertura alla musica del Cinema Nuovo, teatro molti anni fa di storici indimenticabili concerti tra cui bisogna almeno segnalare quello di Massimo Urbani (con presentazione del film Bird), e nel 1988 la serata con David Murray in sassofono solo seguito dal sestetto di Henry Threadgill, oltre al Festival La Nuova Onda che in quello stesso anno chiamò a raccolta a Pisa il meglio del jazz italiano.

Dave Douglas. Con oltre 40 dischi a suo nome, Douglas si affermato non solo come trombettista dallo stile originale, ma anche come compositore, produttore e organizzatore culturale. Attualmente guida il suo quintetto con la voce di Aoife O’Donovan, con cui ha realizzato Be Still, un omaggio alla madre recentemente scomparsa; un altro quintetto che insieme a Joe Lovano ha dedicato al repertorio di Wayne Shorter; un quartetto insieme a Chet Doxas e il quartetto elettronico High Risk, con Mark Guiliana, Jonathan Maron e Shigeto: un gruppo che ha scoperto una nuova estetica spingendola poi fino al limite.
Dal 2005 Douglas gestisce la sua etichetta Greenleaf Music, pubblicando non solo i suoi dischi ma anche quelli di altri artisti di analogo orientamento: è inoltre attivo come docente – particolarmente significativa l’esperienza al Banff Centre in Canada che ha diretto per dieci anni, e condirettore del Festival of New Trumpet Music a New York.

Uri Caine. Nato a Philadelphia, Caine ha fatto una lunga gavetta con Philly Joe Jones, Hank Mobley, Johnny Coles, Mickey Roker, Odean Pope e Grover Washington. Incontra l’avanguardia collaborando con Lester Bowie, e dopo il trasferimento a New York approda all’incisione discografica nel gruppo guidato dal clarinettista Don Byron. Tra i suoi molti progetti memorabili le riletture in chiave jazz di composizioni classiche, serie iniziata con un progetto dedicato a Mahler e proseguita con la riscrittura di brani firmati Bach, Wagner, Beethoven e Schumann. Ma Caine è anche il jazz elettrico del Bedrock Trio, e il compositore di brani orchestrali commissionatigli da formazioni sinfoniche di tutto il mondo.

L’inizio del concerto del 28 febbraio è previsto per le 21.30, l’ingresso è di €17 intero e €14 ridotto, posto unico, più prevendita. Le prevendite per i concerti sono attive sul circuito Boxoffice Toscana e TicketOne e la sera stessa dalle 20,00 presso la biglietteria del Cinema Nuovo – Prevendite online su www.eventimusicpool.it e www.ticketone.it.Per maggiori informazioni e per il programma aggiornato della rassegna è possibile consultare il sito www.pisajazz.it.

By