Domani torna il Consiglio Comunale. Molti i temi Sesta porta e Vigili Urbani, Boccadarno spa, Sindaci revisori, Bilancio di genere e nuovo regolamento per le unioni civili

PISA – Il Consiglio Comunale di domani, giovedì 25 febbraio, (dalle 15, Sala Regia del Comune) tratterà molti temi e sarà aperto da due question time.

Il primo, del consigliere Giovanni Garzella (Forza Italia- Pdl), chiede “di conoscere i risultati dell’ispezione della Asl alla Sesta Porta di queste ultime settimane per capire se i locali sono idonei all’attività lavorativa oppure no”. Il secondo, del consigliere Marco Ricci (unacittàincomune-prc), chiede, invece, “se si è riscontrata l’ effettuazione di lavori da parte della Boccadarno Porto di Pisa spa su aree tuttora di proprietà comunale e la loro consistenza”.

Inoltre il Consiglio Comunale, dopo alcune interrogazioni ed interpellanze, discuterà della surroga di uno dei membri del Collegio dei Sindaci Revisori (il dimissionario Franco Dell’Innocenti sarà sostituito da Marco Dringoli), e del cosiddetto Bilancio di genere cioè, di quello strumento che consente di verificare a che punto siamo sulle questioni relative alla parità tra uomini e donne. Infine, il Consiglio Comunale discuterà anche del nuovo Regolamento comunale per il riconoscimento delle Unioni Civili.

“Questo nuovo Regolamento – ha così commentato il Presidente del Consiglio Comunale, Ranieri Del Torto, chiarisce meglio la tipologia delle coppie che possono iscriversi al Registro delle Unioni Civili e aumenta i diritti che possano poi vantare, in tema, in particolare, di partecipazione e pari opportunità. Inoltre, questo nuovo Regolamento dà la possibilità di accesso ai diversi servizi comunali, come i servizi educativi e sociali e d’ora in poi sarà anche più facile l’iscrizione. Com’è noto sono molti anni, dal lontano ’97, che presso il Comune di Pisa esiste un registro dove le coppie, sia etero che omosessuali, possano iscriversi. Il Comune di Pisa è stato il primo comune in Italia ad istituirlo. Ad oggi, in Italia – ha così concluso Del Torto – sono 323 i Comuni che ce l’hanno”. Attualmente nel registro delle Unione Civili del Comune di Pisa sono iscritte 66 coppie, a larga maggioranza sono eterosessuali e l’età media è di 36 anni e mezzo.

By