Pisa – Spal: le pagelle. Peralta, la giornata più bella. Mannini cuore di capitano

PISA – Con un uno-due micidiale ad inizio ripresa davanti ad un pubblico in estasi il Pisa ribalta 2-1 la capolista Spal, riportandosi a -5 dalla B diretta. Vediamo insieme la prestazione dei singoli giocatori.

di Enrico Esposito

PISA

BINDI 6 – Sul gol di Mora va in empasse come tutta la retroguardia, ma è l’unica sbavatura in un pomeriggio di controllo e sicurezza.

GOLUBOVIC 6.5 – In fase difensiva deve vedersela con il giocatore più pericoloso della Spal, Mora ed infatti soffre specie nel primo tempo. Nel secondo però esce dal guscio e sforna un assist al bacio per l’inserimento imperioso di Mannini.

CRESCENZI 7 – Perfetto, non fa letteralmente toccare palla a Zigoni.

LISUZZO 6.5 – Qualche patema nel primo tempo, nella ripresa sale in cattedra liberando con autorità la sua area.

POLVERINI 6.5 – Dal suo lato oggi la Spal non passa, mette la museruola a Di Quinzio e Lazzari.

RICCI 6.5 – Oggi aveva di fronte il reparto centrale migliore del torneo, se la cava bene non perdendo mai la calma. Peccato per l’ammonizione salterà Lucca.

VERNA 7 – In gran giornata, instancabilmente aiuta in difesa e costruisce in avanti.

MANNINI 7.5 – Cuore di capitano. Nel primo tempo si trova imbottigliato e non riesce a sfondare. Ma nella seconda frazione diventa, con Peralta, Man of the Match, inserendosi da campione sul cross di Golubovic e propiziando l’espulsione di Giani.

CANI 6 – Fa fatica a trovare spazio, seppur l’intesa con i compagnia ci sia. Dal 62′ MONTELLA 6.5 – Garantisce movimento e freschezza atletiche necessarie soprattutto nel finale.

VARELA 7 – A tutto gas, nel primo tempo è il più pericoloso con le sue accellerazioni, e una mina da fuori area di pochissimo alto. Scambia da Dio con Peralta e nella ripresa questa è la carta vincente. Dall’87 TABANELLI SV

PERALTA 7.5 – Un demonio. Parte in sordina, nascosto, non lo si vede mai nei primi 45. Intervallo, fischio dell’arbitro, nemmeno il primo minuto, corre verso la porta, rabbia e potenza in un sinistro che piega Contini. Un gioiellino questo classe ’96, oggi il giorno in cui è diventato grande. Dal 78′ DI TACCHIO SV

SPAL Contini Sv; Gasparetto 5.5 (Dal 78 Finotto 5), Cottafava 6, Giani 5, Lazzari 5.5, Castagnetti 5, Gentile 5.5 (Dall’84 De Vitis Sv) Mora 6.5, Di Quinzio 5.5 (Dal 67′ Grassi 5), Cellini 5.5, Zigoni 5.

Nella foto Diego Peralta in azione (Foto Giorgio Tognetti)

By