Pisa città che cammina. Consegna alle scuole elementari e di infanzia 1000 kit per il cammino in sicurezza

PISA“Camminare a Pisa”: un’iniziativa aperta a tutti e rivolta in particolare alle scuole elementari e d’infanzia coinvolte nel progetto Pisa città che cammina, il progetto della città contro l’emergenza obesità.

Martedì 5 aprile nella Sala Regia del Comune di Pisa, alla presenza dell’assessore Sanzo e del responsabile del progetto Verter Tursi, si è svolto un momento di incontro per promuovere stili di vita attivi nel quotidiano ed il camminare come modalità di movimento importante per una vita più lunga ed in buona salute.

Nell’occasione sono stati consegnati alle scuole aderenti al progetto oltre 1000 giubbetti catarifrangenti omologati per bambini e bambine e per gli adulti accompagnatori, oltre ad altri piccoli gadget. L’intento è quello di rendere le scuole testimonial diretti della necessità di fare movimento tutti i giorni, il più a lungo possibile e di farlo in sicurezza. Il semplice kit di cammino in sicurezza che renderà maggiormente visibili le classi nelle loro gite di istruzione, escursioni nel quartiere e quant’altro decideranno di organizzare.

«In questo ambito, nel progetto della Regione Toscana, è stato sottoscritto un accordo dal Coni Toscana con il Miur Toscana e con le università di scienze motorie di Pisa e Firenze – aggiunge Salvatore Sanzo, assessore allo sport del Comune di Pisa e presidente regionale del Coni – inoltre negli scorsi anni l’assessorato allo sport ha investito risorse dedicate alle scuole elementari di tutta la città: 163 classi, oltre 3000 bambini coinvolti che hanno potuto praticare sport a scuola con professionisti del settore in maniera gratuita per tutto l’anno».

Le scuole coinvolte: 24 elementari e 8 scuole d’infanzia. Istituto comprensivo Fucini: elementari Lorenzini, Nazario Sauro, Battisti, Zerboglio; scuole d’infanzia Gianfaldoni e Nazario Sauro. Istituto comprensivo Tongiorgi: elementari Filzi e Collodi. Istituto comprensivo Galilei: elementari Gereschi, De Sanctis, Oberdan, Parmini. Istituto comprensivo Gamerra: elementari Moretti, Baracca, Don Milani, Genovesi. Istituto comprensivo Nicola Pisano: elementari Newbery, Quasimodo, Viviani, Rismondo. Istituto comprensivo Fibonacci: elementari Pisano e Chiesa; scuole d’infanzia Betti e Rodari. Istituto comprensivo Toniolo: elementari Biagi, Cambini, Novelli, Toti; scuola d’infanzia Pertini. E ancora le scuole d’infanzia Calandrini, Agazzi e Montessori.

Durante l’incontro è stato presentato il programma di sensibilizzazione all’attività motoria che l’amministrazione comunale ha predisposto per l’anno 2016 e che prevede numerose iniziative all’interno dei vari quartieri. Ecco quali

Pisa città che cammina 2016. Attività motoria con insegnanti laureati o laureandi in scienze motorie nelle scuole elementari e d’infanzia degli Istituti Comprensivi di Pisa. Il rapporto con gli istituti comprensivi costituisce buona parte dell’intervento concreto della promozione attiva di Pisa città che cammina tra i bambini e bambine della nostra città. Il progetto che porteremo avanti per l’intero anno 2016 è un mix tra “Diamoci una mossa” e Gioco Sport, rispettivamente i progetti a livello nazionale dell’UISP e del CONI per la scuola elementare e d’infanzia. Le classi delle scuole elementari coinvolte per il progetto 2016 sono le terze, quarte e quinte di tutti gli istituti comprensivi della città, in quanto sulle prime e seconde insiste un progetto affine della Regione Toscana. Ci sono poi le sezioni di scuola materna in numero molto allargato rispetto all’ormai lontano 2013, primo anno di attività. 80 classi elementari e 16 sezioni di scuola materna per un totale di 2600 ore di attività.

Autonomia dei bambini e bambine nei percorsi casa scuola, ma anche gite scolastiche a piedi in città per promuovere la sicurezza stradale. Promozione, mantenimento e sviluppo dei percorsi casa scuola già elaborati, delle tematiche e attività legate all’autonomia dei bambini e delle bambine con particolare riferimento all’andare a scuola a piedi e/o in bici da soli e/o in gruppo con gli amici ed i genitori.

Camminare in città e nel parco. I nostri insegnanti di Scienze Motorie collaboreranno per portare a camminare il gruppo classe su percorsi condivisi con le insegnanti della scuola. Con questo particolare intervento ci proponiamo di promuovere il movimento all’aria aperta nelle nuove generazioni al di là e oltre l’ora di “ginnastica”. Il cardio frequenzimetro aiuterà gli allievi a calcolare la loro velocità per guadagnare salute. Obiettivo dell’intervento fortemente innovativo è quello di costruire nel giovane un educatore della propria famiglia sui temi del movimento e benessere. Stessa cosa vorremmo fare nel parco naturale di Migliarino, S.Rossore, Massaciuccoli, per mettere in evidenza la bontà di entrambe le opportunità offerte dal nostro territorio. Anche in questo caso vorremmo coinvolgere tutti gli istituti comprensivi con almeno una classe per ogni IC.

Laboratori sperimentali su la buona alimentazione all’interno delle scuole medie inferiori. L’Istituto Europeo di Contrasto e Prevenzione dell’Obesità assieme all’Aoup di Pisa hanno negli anni elaborato un ottimo percorso di approccio ludico ed interattivo al tema della buona alimentazione e del movimento. Si tratta di tre moduli, ciascuno di tre ore che l’equipe del professor Vitti e del prof. Santini portano avanti con grande professionalità e ottimi risultati. I tre moduli sono stati proposti e sperimentati sia nelle elementari che nelle medie inferiori. Per l’anno in corso riteniamo di poter riproporre questa attività in una classe di scuola media inferiore per ogni istituto comprensivo della città.

Ragazzinsieme: una esperienza della regione toscana e della UISP legata agli stili di vita attivi. Buona alimentazione e movimento ne sono gli ingredienti fondanti, ma è la vita nel Parco che ne fa una tra le più’ belle esperienze che un ragazzo tra i 12 e i 14 anni possa fare. Una settimana all’insegna della natura, degli amici, dell’autonomia in un ambiente ricco di stimoli e possibilità. Vorremmo implementare quel percorso proponendo ai ragazzi e ragazze di quella stessa fascia di età un primo incontro con l’autonomia costituito da una due giorni, gita scolastica, sempre nel parco naturale Migliarino S. Rossore Massaciuccoli sempre coinvolgendo una classe per ogni Istituto Comprensivo.

Attività nei quartieri legate ai CTP. Con il 2016 andremo ad un coinvolgimento attivo dei CTP nelle attività del progetto. Prepareremo un incontro di pubblicizzazione delle specifiche attività del progetto svolte nel quartiere o nei quartieri di riferimento dei CTP per ognuno di essi in modo da costruirle se possibile insieme, magari coprogettando con le commissioni di riferimento alcune attività sportive legate alla chiusura di strade e/o all’utilizzo motorio e sportivo di piazze o luoghi quotidiani.

By