Il presidente Fabio Petroni: “Carlo Battini non ha rispettato gli impegni presi”

PISA – Dopo l’inaugurazione della sede sociale il presidente Fabio Petroni ha incontrato i giornalisti per parlare del processo di domani (ore 11) riguardante la questione fidejussione e ha voluto mettere i puntini sulle i per quanto riguarda la posizione dell’ex numero uno nerazzurro Carlo Battini, ad oggi ancora azionista al 19%.

“Fabrizio Lucchesi e’ stato il motore di questa società – dice il presidente del Pisa 1909, L’impegno è quello di garantire un futuro brillante al Pisa, che ad oggi è una società sana. Il 5 e l’8 Aprile abbiamo chiesto al Sig. Battini di rispettare gli impegni presi e versare un milione e settecento mila euro. È giusto che tutti sappiano le cose. Ho visto in Fabrizio Lucchesi un uomo che si è speso in maniera incredibile fino ad ora per questa società, quindi ritengo una cosa ignobile che Carlo Battini abbia denunciato in forma privata Fabrizio Lucchesi. Noi abbiamo gli atti – continua Petroni – per dimostrare che il Sig. Carlo Battini non ha rispettato i patti sottoscritti nelle scritture private al momento della cessione della società e non ha pagato quello che doveva. Ovviamente lo abbiamo fatto noi, ma è chiaro che se dovessimo affrontare un altra stagione di Lega Pro questi soldi bloccherebbero lo sviluppo della nostra società. Noi con la Carrara Holding abbiamo sin qui rispettato tutti gli impegni, questo tengo a precisarlo. La ricapitalizzazione e’ stata di quattro milioni e trecentomila euro. Il Pisa ad Agosto versava in una situazione drammatica, prima Lucchesi e poi noi la abbiamo portata ad uno standard normale, che non ha debiti . La situazione di Carlo Battini? Nell’ultima assemblea del 25 Marzo scorso gli è stato chiesto di ripianare il suo debito. Gli abbiamo dato trenta giorni di tempo per adempiere come lui ha dichiarato su “Il Tirreno” il 2 Dicembre scorso. Entro il 18 Aprile se non avrà versato i soldi come ha promesso partiranno le nostre azioni su di lui”. Petroni però precisa: “Il Pisa non è in pericolo, questo voglio precisarlo e se Battini non pagherà lo faremo noi”,

By