Questa sera al Teatro Verdi Bolero/Carmen Sweet

PISA – Con BOLERO / CARMEN Sweet, di scena mercoledì 20 ore 21 al Teatro Verdi, la MM Contemporary Dance Company, diretta da Michele Merola, è balzata all’attenzione del pubblico dei maggiori teatri italiani, vincendo pienamente la sfida di affrontare coreograficamente due titoli celeberrimi della storia della musica, con un’interpretazione originale e al tempo stesso rispettosa di questi capolavori.

BOLERO viene raccontato, dallo stesso Merola, come una non-storia, fantastica, ma possibile, per arrivare a mettere in scena un ventaglio di sfaccettature dei rapporti umani, in particolare quelli di coppia. Dagli allusivi colpi di tamburo rullante iniziale, sino alla finale esplosione dell’intera orchestra, nella visualizzazione di energia e vibrazioni realizzate nella danza, la musica veicola una sorta di fiaba amara, allegoria del dolore del vivere e dell’incomprensione fra esseri umani, con immagini suggestive di sensualità e potenza,. La scenografia presenta un muro pieghevole e mobile, dal quale escono ed entrano uomini e donne, in un continuo respiro ciclico e fluido, seguendo il ritmo ossessivo e meccanico della partitura musicale originale di Maurice Ravel con inserti, perfettamente integrati, di Stefano Corrias.

In CARMEN Sweet, ricoperti di polvere, confusi nei loro vizi, un gruppo di istrioni inscena sulla piazza metafisica del palco la passione dell’opera. Creazione esclusiva per quest’ensemble di Emanuele Soavi, da anni attivo in Germania presso prestigiose compagnie, è stata pensata tenendo conto dell’originale intenzione del compositore di creare un’opera-comique: così definiva Georges Bizet la sua Carmen, presentata a Parigi nel 1875. L’azione è volutamente permeata di sarcasmo e ironia, mentre sulle celeberrime note di Bizet, a volte interrotte dalle canzoni dei Los Panchos, si dipana la storia di questi famosi personaggi, che vengono di volta in volta definiti, al loro ingresso, da cartelloni sui quali sono affissi i nomi, quasi ci si trovasse sul ring di un match di boxe. Desiderio, gelosia, possesso e antagonismo si mescolano, quindi, in una girandola di emozioni vorticose.

La MM Contemporary Dance Company, nata nel 1999 e vincitrice nel 2010 del prestigioso Premio Danza&Danza come migliore compagnia emergente, è formata da sette danzatori solisti – Paolo Lauri, Fabiana Lonardo, Enrico Morelli, Giovanni Napoli, Nicola Stasi, Gloria Tombini, Lorenza Vicidomini. Disegno luci firmato da Cristina Spelti, costumi di Alessio Rosati con la collaborazione di Nuvia Valestri, produzione MM Contemporary Dance Company, con il sostegno della compagnia Naturalis Labor e della ASD Progetto Danza, Reggio Emilia. Biglietti con prezzi che variano da 20,00 a 5,50 Euro.

La serata sarà preceduta dall’iniziativa LIBRO: CHE SPETTACOLO! promossa dall’Agis nazionale: presentazione dello spettacolo e del libro “Andare. Camminare. Lavorare. L’Italia raccontata dai portalettere” di Angelo Ferracuti mercoledì 20 aprile ore 18 alla Libreria Feltrinelli di Pisa.

Come già gli anni passati, anche quest’anno uno spettacolo della Rassegna di Danza è abbinato all’iniziativa promossa dall’Agis nazionale 
LIBRO: CHE SPETTACOLO!, (nona edizione), volta a promuovere la lettura e lo spettacolo dal vivo. Mercoledì 20 aprile alle ore 18 presso la Libreria Feltrinelli (Corso Italia 50, Pisa) il coreografo Michele Merola presenterà lo spettacolo Bolero / Carmen Sweet, e lo scrittore Angelo Ferracuti il suo libro “Andare. Camminare. Lavorare. L’Italia raccontata dai portalettere”, Feltrinelli 2015. Maria Antonella Galanti, Prorettore dell’Università degli Studi di Pisa, interverrà invece con pensieri, riflessioni e considerazioni, letture di Lorenzo Maria Mucci, conduce Silvano Patacca, direttore della programmazione della Fondazione Teatro di Pisa.

Alle ore 20.40 dal palcoscenico del Teatro Verdi Angelo Ferracuti e Lorenzo Maria Mucci, “voce fuori pagina”, presentaranno “Andare. Camminare. Lavorare. L’Italia raccontata dai portalettere”. Il libro sarà a disposizione degli interessati a un prezzo scontato a fine spettacolo nel foyer del Teatro, presente l’Autore.

By