Visto dagli spalti. Da Macerata in viaggio con…la “Gradinata 1909”

MACERATA – “In Viaggio con…la Gradinata 1909”. Dopo il bel pareggio ottenuto All’Helvia Recina di Macerata grande soddisfazione sul pullman della Gradinata 1909. Cori e canti hanno accompagnato il tifo neroblu nel ritorno dalle Marche verso la città della Torre. Sul pullman del Club “Gradinata 1909” ecco le impressioni dei tifosi dopo questo importantissimo pari.

di Maurizio Ficeli

Iniziamo da Matteo Badalamenti, volterrano doc di Saline e tifosissimo del Pisa: “A parte i controlli un po eccessivi allo stadio, ottima accoglienza da parte dei tifosi della Maceratese, con cui vi è stato rispetto”

Su ciò fa eco il tifosissimo Daniele Paffi, che oltre alla soddisfazione per il risultato, ha al collo una sciarpa scambiata con i tifosi maceratesi a fina gara. Soddisfazione esternata anche da Marco delle Capanne, assiduo tifoso del Pisa in casa e fuori”.

Melanie Ciancia, francese di Saint Claude al confine con la Svizzera, ma pisana di adozione ha fatto parte della comitiva a Macerata: “A parte il lungo viaggio di andata, dove c’era un po freddo, grazie all’aria condizionata lasciata accesaa, ma il fatto che la gente di Pisa si sia spostata qui, malgrado le brutte previsioni metereologiche, è stata magica e la dice lunga sul l’attaccamento del tifo pisano. Si, io ci credo alla B, c’è un bel gruppo possono crescere ancora”.

Gabriele Quilici, giovane tifoso di 16 anni, le fa eco: “È stata una bella gara, ma potevamo essere più concreti, abbiamo perso occasioni per fare gol, tipo quando Rozzio, al momento del tiro davanti al portiere è scivolato, comunque un Pisa che ci dà soddisfazione ed io ho fiducia nei playoff, che la squadra saprà affrontare al meglio. Spero che Gattuso rimanga. Ho 16 anni, vorrei rivedere il mio Pisa, squadra del cuore, in B”.

Insomma un lungo viaggio con un bel gruppo quello della Gradinata 1909, un gruppo di veri appassionati e di veri Pisani. Il Pisa sono anche loro!! Abbiamo fatto un viaggio con cori e canti dopo un pareggio, figurarsi se il Pisa avesse vinto, cosa poteva succedere, provate a immaginare!?

By