Ventuno anni fa se ne andava Andrea Fortunato, campione nel calcio e nella vita

PISA – Il 25 aprile di ben ventuno anni fa, si spegneva prematuramente a soli 24 anni di età non ancora compiuti Andrea Fortunato, un ex calciatore nerazzurro dell’era Anconetani, che milito’ nel Pisa nel campionato di serie A 1991/1992, proveniente dal Genoa allora in mano a Spinelli, attuale patron del Livorno. Anche il sito ufficiale della Juventus oggi ha voluto ricordarlo con un commosso saluto: “È passato un altro anno, Andrea, ma il tuo ricordo è ancora vivo dentro di noi. Più vivo che mai”.

di Maurizio Ficeli

Andrea Fortunato era nato a Salerno il 26 luglio 1971, rivestiva il ruolo di difensore e dopo aver iniziato nella “Giovane Salerno”, squadra giovanile della sua citta’, passò al Como, da lì al Genoa da dove appunto approdò alla corte di Romeo Anconetani, da Pisa poi lì ritornò all’ombra della Lanterna genovese, per poi sbarcare alla Juventus dove purtroppo finì in un modo tutt’altro che calcistico, la sua carriera.

Chi scrive questo pezzo ricorda benissimo questo calciatore salernitano, in quanto lavorava nel Pisa Sporting Club di Romeo Anconetani e si ricorda oltre ad un validissimo calciatore e professionista serio di un bravissimo ragazzo sensibile ed educato, gioviale verso tutti.

Quando lavoravo al centralino della sede di via Risorgimento, si intratteneva spesso con me a parlare del più e del meno in attesa di essere ricevuto dal Presidente. Quando seppi la notizia della sua morte, scoppiai in lacrime, poi mandai, per ciò che sarebbe potuto servire, le condoglianze ai familiari.

Ancora oggi stento a credere che Andrea, così giovane, ci abbia lasciato. Preferisco ricordarlo da vivo, così giovane ma determinato. ANDREA VIVERE NEI NOSTRI CUORI NON E’ MORIRE!!!

Un abbraccio, Pisa ti amerà sempre!

La foto sopra è tratta da Wikipedia.org

By