Saint-Gobain in prima linea per la sicurezza del lavoro a Pisa

PISA – Domani, Giovedì 28 Aprile, Saint-Gobain sarà impegnata in prima linea per celebrare all’ombra della Torre la “Giornata Mondiale della Salute e della Sicurezza sul lavoro” grazie all’Istituto Italiano per la Sicurezza e a partner istituzionali come il Comune di Pisa, Confcommercio Pisa, Vigili del Fuoco, Direzione Territoriale dell’Inail e Cnr.

Un vero e proprio roadshow, organizzato dalla fondazione LHS, sulla sicurezza in simultanea in tutta la nostra Penisola. “Italia Loves Sicurezza 2016” sarà infatti presente in oltre 35 città con un calendario che prevede più di 50 eventi che spaziano dai laboratori didattici per bambini, ai workshop, fino ai mass training di rianimazione. Tali iniziative hanno l’obiettivo di parlare in modo nuovo diffondendo una maggiore consapevolezza dei fattori che minacciano salute e sicurezza, non solo sui luoghi di lavoro ma anche in casa, per strada, a scuola e per promuovere l’adozione di comportamenti più sicuri, in grado di ridurre gli incidenti sul lavoro riconducibili, principalmente, a comportamenti errati.

Temi sui quali il Gruppo Saint-Gobain lavora concretamente da circa un ventennio, riconoscendoli come valori necessari e fondanti della propria cultura d’impresa, tanto da prevedere a livello mondiale con cadenza biennale la “Giornata internazionale ambiente, salute e sicurezza Saint-Gobain” che quest’anno ad ottobre vedrà svolgersi la settima edizione. Un impegno costante e continuo quello del Gruppo sui temi della Sicurezza che si declina in molti modi diversi e sinergici, a partire dalla definizione di standard di sicurezza per la gestione dei rischi più gravi, come ad esempio l’applicazione del LOTO (log out/tag out) per la messa in sicurezza degli impianti o l’utilizzo di strumenti innovativi volti al miglioramento dei comportamenti sicuri come gli SMAT (Safety Management Audit Tool), che sono l’occasione per i manager di verificare e correggere azioni e comportamenti e condizioni di sicurezza dei lavoratori attraverso il dialogo, direttamente sul posto di lavoro.

Per questo lo storico stabilimento Saint-Gobain Glass di Pisa, attivo da 127 anni, ha aderito all’iniziativa della Città e sarà impegnato con un intervento dell’ingegner Giuseppe Cannizzo – EHS-Q Manager Saint Gobain Glass Italia – a Palazzo dei Congressi che illustrerà SMAT. Adottato dal Gruppo dal 2009, solo nel 2015 ha registrato circa 700 incontri che hanno reso possibile un miglioramento della cultura della sicurezza del Gruppo. Lo SMAT si pone come strumento fondato sul dialogo e rispetto nonché sulla volontà di comunicare in modo positivo e interattivo tra management e operatori al fine di prevenire comportamenti errati o pericolosi in termini di sicurezza, incoraggiando le buone e scoraggiando le cattive abitudini, evidenziandone i rischi osservati.

Saint-Gobain è infatti fermamente convinta che solo grazie a innumerevoli azioni concrete di miglioramento dei luoghi di lavoro, di sviluppo della cultura, della consapevolezza e della sensibilità dei dipendenti, di creazione di sistemi di gestione della salute e della sicurezza sempre più efficaci sia possibili ambire a un miglioramento in termini di riduzione infortuni, malattie professionali e incidenti ambientali. Per questo continua ad investire per sviluppare progetti di miglioramento delle performance ambientali e delle condizioni di salute e sicurezza.

Tutto ciò ha permesso a Saint-Gobain negli anni di migliorare notevolmente i risultati in termini di indicatori di sicurezza, tanto che oggi più dell’80% dei siti produttivi in Italia del Gruppo ha raggiunto l’importante traguardo degli “zero infortuni”, garantendo luoghi di lavoro più sicuri per i dipendenti e per tutti i lavoratori interinali, appaltatori, fornitori e clienti che frequentano gli stabilimenti di Saint-Gobain.

By