Carlo Colombo. Interrogazioni a Camera e Senato dei parlamentari pisani

PISA – Interrogazioni dei deputati pisani Paolo Fontanelli, Maria Chiara Carrozza e Federico Gelli alla Camera e di Maria Grazia Gatti al Senato, rivolte al ministro dello Sviluppo economico sulla vicenda dello stabilimento industriale Carlo Colombo S.p.a. di Ospedaletto.

Nelle interrogazioni si chiede “se il Ministro sia a conoscenza della situazione dello stabilimento pisano del gruppo industriale e soprattutto del precipitare della situazione il 2 maggio scorso e se non intenda riaprire immediatamente il tavolo istituzionale convocato l’ultima volta presso il Ministero il 25 gennaio 2015, dove parteciparono la Regione Toscana, il Comune di Pisa, i rappresentanti della Carlo Colombo, le Organizzazioni sindacali territoriali e le Rsu degli stabilimenti di Pizzighettone e Pisa”, affermano.

“In tale sede i sindacati hanno chiesto al Ministero di intervenire per una verifica presso i creditori – proseguono –. Stante la situazione e la rinegoziazione in atto con i creditori di un nuovo accordo di ristrutturazione del debito, l’Azienda ha comunicato lo scorso 2 maggio la decisione di chiudere lo stabilimento di Pisa con conseguente risoluzione dei rapporti di lavoro e messa in mobilità di tutti i dipendenti. Quali sono le soluzioni che intende prospettare per garantire un futuro ai 68 lavoratori dello stabilimento di Pisa?”. Concludono i quattro parlamentari.

By