Arrestato diciottenne per aggressioni all’Istituto “Matteotti”

PISA – Un marocchino di 18 anni con precedenti denunce per furto, ricettazione, rissa, rapina e guida senza patente è stato arrestato e condannato nel processo per direttissima a sei mesi di reclusione (pena sospesa) dopo essere stato arrestato dai Vigili Urbani che lo ritengono insieme a un complice responsabile di gesti di bullismo nei confronti di alcuni studenti dell’istituto alberghiero ‘Matteotti’ di Pisa.

Il giovane era accusato di resistenza a pubblico ufficiale per essersi sottratto violentemente all’identificazione. Da giorni gli agenti della municipale stavano effettuando servizi intorno alla scuola dopo avere ricevuto ripetute denunce di episodi di prevaricazione subiti da alcuni alunni da parte di un gruppo di giovani che non frequentano l’istituto. L’ultimo episodio risale a pochi giorni fa quando un adolescente è stato aggredito e minacciato di ulteriori ritorsioni se avesse denunciato l’accaduto: da qui le indagini dei vigili urbani che hanno individuato i responsabili. Ieri agenti in borghese hanno effettuato un blitz a scuola, sorprendendo due giovanissimi, uno dei quali, il marocchino diciottenne, alla richiesta di documenti ha dato in escandescenze e li ha spintonati tentando di fuggire. Il ragazzo però è stato fermato e arrestato. “I controlli – conclude la polizia municipale – continueranno fino al termine dell’anno scolastico in tutti gli istituti superiori cittadini perché riteniamo che il gruppo di bulli abbia agito anche in altre scuole”.

Fonte: ANSA

By