25 e 26 luglio alla Città del Teatro “Lezioni sudamericane”. Workshop a cura di Azul teatro

CASCINA – Le lezioni indagano l’universo della composizione attraverso i principi individuati da Calvino (leggerezza, rapidità, esattezza, molteplicità, visibilità), con l’obiettivo di rintracciare alcune costanti comuni alla musica e al teatro. azul_teatroEsplorare questi principi aiuta ad immergersi a fondo nel misterioso tema della composizione (la scrittura di un movimento, di una musica, di una scena, di un’immagine e l’equilibrio degli elementi nel loro complesso), a chiarire dei principi, delle linee guida, a mettere in gioco i propri stimoli creativi e a dar loro forma.  Lo scopo è allenarsi a dar voce alla propria urgenza creativa in modo tale che dal caos e da quella iniziale paura del vuoto si apprendano gli strumenti per incanalarla attraverso un processo che le dia finalmente vita. Il proprio gesto artistico e le proprie scelte compositive saranno  così via via più autonome e al tempo stesso pronte ad entrare in dialogo con gli altri e a confrontarsi con le diverse discipline che formano il teatro. Essere stimolati quindi su più fronti con l’intento di fare chiarezza e dare coraggio alla linfa creativa che ci attraversa. Il percorso ha come intento l’osservazione e lo studio delle costanti compositive a prescindere dalla disciplina artistica, è rivolto quindi a musicisti, danzatori, attori, scenografi e scrittori anche non professionisti.

Calendario: sabato 25 e domenica 26 luglio, con orario 17-23

Luogo: La Città del Teatro di Cascina (sala Ridotto)

Costo: € 90 oppure € 70 per chi ha già partecipato ad almeno un corso c/o La Città del Teatro (il costo è comprensivo della copertura assicurativa).

Iscrizioni: Inviare entro e non oltre domenica 19 luglio la scheda scaricabile dal link su www.lacittadelteatro.it ( modulo iscrizione )  a formazione.pampana@lacittadelteatro.it

Per il laboratorio non è necessaria esperienza pregressa in ambito teatrale e musicale. Azul Teatro  Portiamo avanti una ricerca teatrale a partire dal sincretismo dei linguaggi, dando vita a creazioni teatrali le cui costanti sono musica dal vivo – poesia – immagine – movimento. Spesso trasferiamo il teatro in luoghi non teatrali, dando vita a performance che nascono come eventi originali per lo spazio. Ci interessa incontrare le persone, parlare ai loro sensi, scegliere tra i segni i più necessari, i più onesti. Non abbiamo un genere prestabilito, ci accordiamo col nostro stile alla necessità di cosa c’è da comunicare, alla poetica in atto, a seconda delle produzioni che facciamo. Le nostre muse sono lo stupore, la letteratura, la musica, il viaggio.

Serena Gatti (Pisa, 5-7-1977), consegue il Dottorato in Studi Teatrali all’Università di Bologna con la ricerca “Per un’indagine comparata della relazione voce-movimento nel performer”, e la laurea in Lettere all’Università di Pisa. Regista e performer, si forma al seguito di R. Mirecka, G. P. Ang, D.Manfredini, C.Morganti, F. della Monica, Living Theatre; (per la danza) S. Bucci, Companyblu, K.J.Holmes, K. Duck, O. D’Agostino, P. Mereu. Collabora con A.Santagata, Pontedera Teatro, Città del Teatro, Sonia Brunelli, Gey Pin Ang, Company Blu, Az Theatre, Tenta dello Scompiglio. Fonda nel 2005 la compagnia AzulTeatro con cui porta avanti, in Italia e all’estero, le proprie creazioni. Nel 2008 forma la Compagnia BOOM! con i ragazzi disabili del Poliedro di Pontedera. Pubblica saggi di Teatro (tra cui Il gesto vocale in Teatro e Storia vol. 33, Bulzoni Editore) e versi di poesia (Felici Editori, La traiettoria Blu, L’Area di Broca).

Raffaele Natale Chitarrista e compositore, lavora da circa dieci anni componendo musiche per il teatro e collaborando come musicista con diverse formazioni italiane e internazionali (Valdoca, Azulteatro, Papanimico, Le Loup Garou, Jonny Clarke per citarne alcune)

 

By