25 novembre, “Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne” . Le iniziative del Comune di Pisa

PISA – Presentate sabato 16 novembre presso la sala stampa del Comune di Pisa, le iniziative promosse e/o patrocinate dall’Amministrazione Comunale in occasione della “Giornata Mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne“, in programma lunedì 25 novembre, appuntamento quanto mai importante al fine di sensibilizzare il più possibile l’opinione pubblica su di un tema che, purtroppo, è sempre di stretta attualità. Se da un lato, difatti, le recenti e più stringenti norme legislative hanno acuito i termini entro i quali si può configurare il reato di violenza, ciò non ha determinato una diminuzione delle stesse, basti pensare che le denunce classificate come “Codice Rosso” sono viceversa aumentate, potendosi catalogare in alcune decine da agosto ad oggi nella sola nostra Provincia.

di Giovanni Manenti

Un fenomeno che è accuratamente monitorato dalle Forze dell’Ordine (Pubblica Sicurezza e Carabinieri) grazie anche all’istituzione di un cosiddetto “Codice Rosa” presso sia il Pronto Soccorso che i reparti ospedalieri ogni qualvolta vi si rivolga una donna che abbia subito una qualsiasi forma di violenza oppure la stessa venga riscontrata dal personale medico in occasione di una visita di controllo o di un ricovero per altri motivi, mettendo a disposizione locali appositamente attrezzati affinché la vittima possa descrivere ai medici ed alle Forze dell’ordine i termini delle violenze subite, anche per valutare se sia o meno il caso di attivare un percorso di sostegno che, nei casi più gravi, può prevedere l’allontanamento dalla propria abitazione.

Un momento della conferenza stampa

Un problema, quello della violenza sulle donne, che non si estingue nella sola sfera fisica, ma abbraccia anche quella psicologica, ed in questo caso i più a rischio sono le fasce di età minorile, specie per il dilagare di immagini, video, minacce, insulti ed umiliazioni sul web, circostanza quest’ultima che ha portato il Ministero a pubblicare una brochure su dette problematiche ed agli addetti presso la nostra Questura a svolgere lezioni sul tema presso i vari presìdi scolastici, spesso proprio su richiesta del personale docente.

Anche la Polizia ha partecipato alla conferenza stampa in Comune

“Illustriamo le varie iniziative che ci vedono impegnate nella ricerca di sensibilizzare una nuova cultura per quel che riguarda la violenza sulle donne, un fenomeno che non tende a decrescere, non solo sotto l’aspetto fisico ma anche psicologico, le cui conseguenze sono anche più difficili da quantificare, e come Assessorato – afferma Raffaella Bonsangue vicesindaco di Pisa con delega alle pari opportunità – il 25 novembre isseremo una bandiera sul Ponte di Mezzo per poi stendere uno striscione fuori da Palazzo Gambacorti e quindi sveleremo una targa nell’atrio del Comune in commemorazione delle vittime di violenza”.


“Per noi il 25 novembre è solo una giornata simbolo di una problematica quotidiana che riguarda la violenza sulle donne e quest’anno, in particolare abbiamo scelto una forma comunicativa attraverso uno spettacolo teatrale – afferma Silvia Silvestri – scritto, diretto ed interpretato da Paolo Bussagli, dal titolo “L’uomo che parla delle donne uccise (dagli uomini)”, che andrà in scena sabato 23 novembre alle ore 21 presso il Teatro Verdi di Pisa”.

“Si tratta di reati odiosi perché riflettono anche una sottocultura che hanno come vittime la parte più debole della coppia – afferma Virgilio Russo – per i quali vi è una specifica sezione presso ogni Questura, per poi aver creato nell’ambito dei servizi di Squadra Mobile una maggiore tutela per poter procedere, oltre ad arresti in flagrante, anche di poter procedere con intercettazioni telefoniche al fine di valutare i casi di veri e propri atti persecutori, per poter quindi assumere azioni cautelari onde cercare di limitare dette azioni, grazie a specifici provvedimenti di autonomia del Questore tendenti ad ammonire l’abusante”.

“Aderiamo a questa importante giornata rivolgendoci principalmente ai giovani – dice Maria Chiara Masoni – in merito ai quali abbiamo organizzato per il 25 novembre una tavola rotonda presso l’Hotel Duomo sul tema della violenza con relatori quali psicologi, criminologi ed avvocati, con ovviamente anche la presenza graditissima della Vicesindaco”.

By