Allarme piena d’Arno: il punto della situazione alle ore 19

PISA – Si è tenuta alle 19 una riunione in Prefettura per fare il punto della situazione rispetto all’emergenza per la piena d’Arno a Pisa e in provincia. Il livello del fiume Arno è in leggero calo ma permane lo stato di attenzione della Protezione civile fino a domani sera, quando cesserà ‘l’attuale allerta meteo.

esercito

IMG_0065Si confermano per domani quindi scuole aperte e funzionamento regolare di treni e aerei e viabilità sostanzialmente regolare in tutta la provincia. Scuole aperte anche a San Miniato che, nella sua frazione Roffia, è stato interessato dalla scorsa notte da inondazione ed eventi franosi: 1.200 le persone evacuate, di cui trenta hanno trovato alloggio nelle strutture ricettive del Comune. La macchina dei soccorsi ha funzionato perfettamente e, già nella notte, si è lavorato per ripristinare la viabilità verso la Roffia, isolata per due frane. Considerati gli ingenti danni il comune di San Miniato ha chiesto lo stato di emergenza.
Ancora critica alle 18 anche la situazione a Ponsacco dove 1.500 persone erano prive di luce, telefono e gas. L’acqua che ha allagato 500 edifici e sommerso alcune auto, si va ritirando e il quadro complessivo in serata sta evolvendo al meglio.
Allagamenti, frane dissesti e smottamenti hanno interessato anche Zambra, San Giuliano, Castel del Bosco, senza dimenticare Volterra.
Il piano di emergenza ha funzionato al meglio e permesso di limitare i danni subiti, che comunque in provincia sono risultati notevoli. Le criticità sono state evidenziate e si procederà al più presto ad una messa in sicurezza di certi argini che, come è successo a Ponsacco, non lasciavano prevedere di cedere sotto la spinta della piena.
Il Prefetto ha chiuso il tavolo con le altre autorità presenti e la stampa volendo sottolineare il lavoro encomiabile dell’esercito che ha risposto ai bisogni della città montando celermente tutte le paratie sulle spallette d’Arno.

You may also like

By