Comitato Vecchio Cuore Nerazzurro: “Sconcertati ed esterrefatti dalle parole di Freggia”

PISA – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato inoltratoci dal comunicato vecchio cuore nerazzurro e dalla Curva Nord Maurizio Alberti sulle parole di Gianfranco Freggia rilasciate ieri sera alla trasmissione Ale Nerazzurri su Telecentro 2.

“Rimaniamo esterefatti allibiti e anche, consentiteci, incazzati dalle odierne sconcertanti dichiarazioni del signor Freggia. Il Comitato, come tutti sanno, è formato dagli esponenti del tifo neroazzurro: curva nord, centro di coordinamento, associazione cento, diversamente abili, ed ha sempre fatto con scrupolo e coscienza il proprio ruolo per la chiarezza e la trasparenza della Città di Pisa dal 2009; il tutto nonostante che il medesimo Comitato sia fuori dal consiglio di amministrazione del Pisa dal novembre 2011. Precisiamo, per chi non lo sapesse, che il Comitato e’ privo totalmente di poteri di decisione e di gestione dell’AC PISA. Non permettiamo a nessuno di arrogarsi il diritto di gettare cattiva luce ed in maniera maldestra strumentalizzare il fatto di avere Noi una quota simbolica in una società amministrata da altri, ieri Battini oggi Lucchesi,che oggi detengono il 99 per cento del capitale, e che devono prendersi le proprie responsabilità di fronte alla città. Noi abbiamo sempre detto le cose come stanno, prima con Battini ora con Lucchesi e lo stesso Battini (visto che purtroppo c’è sempre…). Chi è che parlava di situazione al collasso e preoccupante quando quasi tutti difendevano la gestione Battini? Non certo Lei Signor Freggia. Noi siamo tifosi, non siamo guidati da interessi personali (..noi..). Riguardo al passato abbiamo sempre preso posizione con comunicati e non solo, tra gli altri si vedano i comunicati del 15.2.2013 ovvero del 4.12.2013, per non parlare della storica assemblea pubblica del 17.8.2015, e per non dimenticare l’ultimo del 2.11.2015 dove siamo stati i primi e gli unici a fare luce sui problemi attuali. Siamo stati sempre i primi a far uscire i problemi, e leggere certe dichiarazioni di chi non ha MAI fatto niente per i colori neroazzuri non lo tolleriamo! Notiamo in queste parole tanta disinformazione ed anche poca furbizia A Noi interessa solo il Pisa e non prenderemo le difese ne’dell’uno ne’dell’altro, ma solo del Pisa. Siamo semplici tifosi e non agiamo,a differenza di altri, per puro interesse personale. Per tale motivo nessuno, sottolineiamo nessuno può dire niente. Facciamo presente che nei prossimi giorni ci riuniremo per valutare la cessione indietro della quota: essere strumentalizzati non lo accettiamo. Approvato all’unanimità dai Componenti del Direttivo del Comitato Vecchio Cuore Nerazzurro

(Centro Coordinamento, Tifosi diversamente abili, Associazione Cento, i Gruppi organizzati della Curva Nord Maurizio Alberti)

Queste le parole di Giancarlo Freggia ieri sera alla trasmissione Ale Nerazzurri sull’emittente Telecentro 2 “Tra Battini e Lucchesi ad agosto sono stati sottoscritti degli accordi che devono essere rispettati. Accordi scritti. Battini si è impegnato a ricapitalizzare la società prima della chiusura del bilancio, altrimenti, secondo i tecnicismi di rito, la società rischia il fallimento. Dal canto suo Lucchesi e i soci che lo sostengono si erano impegnati a farsi carico di una parte dei debiti. Entro il 28 dicembre le due parti devono rispettare questo impegno. Per quanto riguarda Lucchesi, ovviamente, so che lo farà: ora tocca a Carlo Battini dimostrare di tenere veramente al Pisa. Sarebbe anche auspicabile che tutti dicessero veramente le cose come stanno: quando si dice che l´attuale società deve oggi pagare in contanti la benzina e gli alberghi, per usare gli esempi fatti da mister Gattuso, poichè gli esercizi commerciali non si fidano più perchè devono ancora avere centinaia di migliaia di euro, è tutto vero: così come è vero che quando siamo arrivati mancavano anche le bottigliette dell´acqua per gli allenamenti. Io credo che Pisa meriti rispetto. Devo però anche rimarcare che la città ha ed ha avuto un rappresentante tra i soci, e cioè l´Avvocato Andrea Bottone del “Comitato Vecchio Cuore Nerazzurro”: perchè nessuno ha fatto la voce grossa quando si doveva e si è consentito di incancrenire questa situazione? Ora a Battini chiedo di adempiere gli obblighi morali e legali che gli competono in modo da consentire alla nuova società ed alla squdra di proseguire il suo cammino in modo chiaro e sereno”.

By