L’albero della solidarietà Unicef arriva in Comune

PISA – È stato allestito stamani nell’atrio di Palazzo Gambacorti l’albero di Natale dell’Unicef. Sono stati i ragazzi della seconda media delle scuola “Santa Caterina” ad addobbare l’albero con le bellissime palline dell’Unicef, fornite dal Comune di Pisa. Le palline dell’Unicef, in vetro e decorate a mano, rappresentano la fragilità e l’importanza della vita dei bambini di tutto il mondo. Come ogni anno i Vigili del Fuoco hanno aiutato i ragazzi a decorare la parte più alta dell’abete. I ragazzi delle scuole, accompagnati dalla professoressa Maria Paola Guerri, sono stati accolti dall’Assessore al Turismo e Vicesindaco Paolo Ghezzi, il quale ha ricordato loro che il Natale rappresenta anche un’occasione per pensare ai bambini che vivono in situazioni più disagiate e per condividere con loro un gesto di solidarietà. “Questa iniziativa si tiene già da diversi anni, ogni volta affrontando temi specifici diversi: quest’anno il tema scelto riguarda il gemellaggio che il Comune di Pisa ha stretto con la missione brasiliana “Citade Dom Bosco” a Corumbà, dove il Comune si è impegnato con un progetto che assicura ai bambini di strada il diritto all’istruzione”. Il vicesindaco ha inoltre chiesto ai ragazzi di scrivere un pensiero dedicato ai bambini ricoverati negli ospedali pediatrici di Pisa e Lucca: sabato 19 dicembre passerà il pullman dei medici-clown dal Comune per raccogliere i pensieri scritti dai ragazzi della scuola e portarli ai bambini ospiti dei reparti di pediatria. “L’Unicef si occupa dei diritti dei bambini e delle bambine di tutto il mondo, a 360° – ha spiegato la presidente del Comitato Unicef di Pisa, Patrizia Falcone – Attualmente è impegnata nella campagna “Bambini in pericolo” che riguarda il tema delle migrazioni, ovvero quei bambini coinvolti nella fuga dai paesi dove c’è la guerra, che arrivano anche nel nostro paese, vicino a noi. Inviando un messaggio al n.45594 è possibile contribuire ad aiutare questi bambini”.

La presidente del comitato Unicef di Pisa ha inoltre ricordato che fino al 22 dicembre al cinema Odeon, in orario 15.30 – 22.30 sarà possibile adottare una bambola Pigotta e dare così un contributo alla campagna “Vogliamo zero” per la lotta alla mortalità infantile. “Pensiamo che ogni giorno muoiono nel mondo 16.000 bambini, per cause prevenibili (malnutrizione, mancanza di vaccini, zanzariere, ecc.). L’obiettivo è riuscire a diminuire sempre più questo drammatico numero e arrivare allo zero. La professoressa Maria Paola Guerri ha infine ricordato ai bambini che la scuola Santa Caterina da diversi anni partecipa al progetto di adozione a distanza “Agata Smeralda” che ha portato a realizzare 20 adozioni in diversi paesi del mondo, oltre a diversi altri progetti di solidarietà e sensibilizzazione dei ragazzi delle scuole.

 

By