Sabato alla libreria Tornalibro la presentazione del libro “Fiume tracce di ‘900 perduto”

PISA –  Sabato alle 18 presso la libreria Tornalibro, in vicolo Quarantotti 3, si terrà la presentazione del libro “Fiume tracce di ‘900 perduto”. L’autore è il pisano Giacomo Levita triestino di adozione e per lavoro ha frequentato Fiume. Ne è venuto fuori un saggio (Editore Luglio di Trieste) frutto di fotografie che lo stesso autore ha scattato. Centocinquantamila abitanti e solo tre alberghi: basta questo a descrivere l’antituristica Fiume. Una città che quasi preferisce farsi sfiorare e nascondersi prima di raccontarsi. Eppure accumula per le sue strade una quantità straordinaria di passaggi storici stratificati sul tessuto urbano. Scritte sbiadite ai muri, cippi di confine, lapidi marmoree, numeri civici, relitti industriali: le tracce della successione dei sette regimi politici transitati per Fiume lungo il suo ‘900. Non vanno cercati in centro ma in periferia. Fuori dal Corso cittadino; fuori dal corso del tempo presente. Interverranno: l’Autore, Eugenio Pizzimenti, Fabrizio Amore Bianco. In programma letture di Pietro Malavenda, Teatro del Tè.

 

By