Ac Pisa 1909, a Viareggio per centrare il quinto posto

PISA- A tre giorni dalla partita che può significare giocare la gara dei quarti di finale dei Playoff all’Arena Garibaldi, il clima in casa Pisa pare ora più sereno e disteso rispetto al passato.

di Andrea Frassi
WP_20140502_007

Aver centrato l’obiettivo minimo degli spareggi con un turno di anticipo, traguardo non tanto sicuro dopo che la squadra era stata anche in vetta alla classifica, ha riportato quella distensione che l’ambiente nerazzurro sembrava andare cercando per affrontare al meglio questo finale di stagione e che, negli ultimi mesi causa anche le vicende societarie e i risultati sul campo pareva a detta degli stessi giocatori avere smarrito.

Ora che la serenità pare essere tornata, il più tranquillo e rilassato sembra Mister Menichini che davanti ai microfoni spazia a ruota libera arrivando ad affrontare vari argomenti. In primis la situazione diffidati sulla quale l’allenatore ponsacchino non sembra avere dubbi –Faccio giocare i migliori e non mi interessa chi è diffidato– appare quindi probabile l’impiego dei diffidati che ricordiamo essere Rozzio, Arma, Napoli e infine Sampietro. L’intenzione dei neroazzurri è quella di recarsi allo Stadio dei Pini per centrare la vittoria che, se arrivasse unita ad un verificarsi di coincidenze, come la sconfitta dell’Aquila tra le mura amiche e la sconfitta del Benevento a Prato, può voler dire centrare il quinto posto, posizione che per il Mister sembra non essere proibitiva segno questo di una fiducia incondizionata sia nei singoli giocatori sia nel collettivo.

Sulla formazione che domenica affronterà il Viareggio, qualche piccolo nodo da sciogliere ed un vero e solo dubbio ossia quello su chi ricoprirà il ruolo di terzino sinistro vista la squalifica di Rocco Sabato. Quasi impossibile il recupero di Pellegrini( ancora ai box causa pubalgia per lui si parla di un rientro per la prima gara degli spareggi ) i papabili a ricoprire questo ruolo sono Mannini e Martela. Sul primo, il Mister non si sbilancia nonostante sia nell’amichevole di Carrara sia ieri contro una squadra mista della Berretti e degli Allievi abbia fatto ricoprire all’esterno viareggino quel ruolo. Appare meno probabile l’utilizzo di Martella che Menichini vede più adatto al ruolo di esterno alto in un 3-5-2.

La formazione titolare che affronterà il Viareggio quindi non è ancora stata decisa essendoci da valutare bene sia l’adozione di un modulo rispetto ad un’altro passando da un 4-4-2 ad un 3-5-2 viste anche le assenza nel reparto difensivo, sia decidere se impiegare tutti i diffidati una parte di essi o proprio nessuno andando così a chiamare giovani della Berretti. Infine il Mister affronta l’argomento “trasferta” dal momento che l’ultimo successo esterno dei neroazzurri è quello del Febbraio scorso contro la Paganese, “mi aspetto una prova importante e una grande partita anche in previsione dei playoff fuori casa . Sui motivi di queste difficoltà esterne Menichini non sa darsi un motivo ma vede nella giovane età media e nella carenza di esperienza elementi importanti che possono spiegare questa carenza di vittorie lontano dall’Arena. Su di una cosa però il Mister sa di poter contare, ossia sull’apporto del pubblico pisano sicuro che “ anche a Viareggio sarà numeroso e saprà farsi sentire” questo fattore, se conquistato il quinto posto e Menichini lo sa bene, potrebbe diventare l’arma in più per arrivare a quello che ad oggi pare più un’utopia che un concreto obiettivo sportivo.

By