A Calci, sabato “L’abbandono della divina volontà” diario spirituale di Giuseppe Toniolo in scena al cinema teatro Valgraziosa

CALCI –  Fra gli uomini che hanno segnato la storia della Chiesa e del nostro Paese un posto di primo piano lo ha certamente Giuseppe Toniolo, beatificato lo scorso anno e da molti considerato il maggiore economista e sociologo cattolico italiano. Nato a Treviso nel 1845 e morto a Pisa nel 1918, docente di Economia Politica nell’Università di Pisa dove insegnò per quarant’anni fino alla morte, nelle sue ricerche spaziò dall’economia  alla storia, alla sociologia,  ambiti nei quali sostenne sempre il primato dei valori etici e religiosi; egli fu anche molto attivo nel campo organizzativo, fondando l’Unione Cattolica per gli  Studi Sociali,  la Rivista Internazionale di Scienze sociali e discipline ausiliarie, le Settimane  sociali dei Cattolici d’Italia, e fu tra i promotori degli Statuti di Firenze  con cui furono costituite l’Unione Popolare, l’Unione Economico sociale  e l’Unione Elettorale. Proprio a Giuseppe Toniolo è dedicato l’appuntamento de “Le Parole del Teatro” in programma a Calci sabato sera (9 marzo ore 21.15): nel  Cinema Teatro Valgraziosa andrà in scena lo spettacolo “L’ABBANDONO DELLA DIVINA VOLONTÀ. Il  diario spirituale di Giuseppe Toniolo”, che sarà aperta da un intervento introduttivo di don Enrico Giovacchini, direttore della Fondazione Toniolo. Frutto di un progetto sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato e dalla Provincia di Pisa, con la collaborazione della Compagnia Nuovi accordi, lo spettacolo  – presentato per la prima volta a San Miniato l’estate scorsa nell’ambito della LXVI Festa del Teatro curata dalla Fondazione Dramma Popolare – propone, in forma di lettura scenica, alcune pagine tratte dal diario spirituale di Giuseppe Toniolo, pagine dalla quali emerge nitidamente il profilo della sua profonda ed intensa spiritualità, radice e misura del suo instancabile impegno culturale, socio-politico ed ecclesiale.  In questi scritti personali prendono corposità espressiva gli ideali, i valori e le virtù che hanno abitato la sua interiorità e che hanno rappresentato le sorgenti della sua operante e feconda presenza nella storia del suo tempo. Nella partitura scenica costituiscono efficace contrappunto alcuni inserti video, che evocano, in modo poetico e simbolico, momenti e situazioni della vita personale e spirituale di Toniolo o creano piccoli racconti cinematografici intorno alla lettera al figlio e alla fidanzata; le musiche originali richiamano, dal canto loro, quelle parole della preghiera che ricorrono, come un tema conduttore, nelle pagine del diario. Voce recitante è Agostino Cerrai; gli interventi musicali sono di Grazia Barsotti, Laura Battini, Romina Bartoli, Paola Lombardi e Cristina Valtriani; gli inserti video sono a cura di Bernardo Pellegrini insieme con Andrea Massei, Linda Palatella, Federica Sgro e Paola Lombardi. Il biglietto costa 7 euro e può essere acquistato presso la biglietteria del Teatro della Valgraziosa il giorno stesso dello spettacolo a partire dalle ore 20.15.
Per informazioni www.multimediaproduzioni.com e  cell. 328 0106118

By