A Cascina la 90esima Campionaria del Mobile

CASCINA – Sarà inaugurata domenica prossima, 7 ottobre 2012, alle 11, la 90esima Campionaria del Mobile e arredamento di Cascina.

L’appuntamento è presso la nuova sede della Mostra permanente del mobilio, in via Grecia 67, località Arnaccio. A fare gli onori di casa sarà Roberto Puccini, presidente della Mostra, mentre porteranno il saluto delle istituzioni locali Alessio Antonelli, sindaco di Cascina, e Graziano Turini, assessore alle attività economiche della Provincia di Pisa. Sarà presente anche Sabrina Sguanci di Artex, il Centro per l’artigianato artistico e tradizionale della Toscana, oltre ai giovani designer Virginia Tozzi, Simone Miccichè e Ilenia Galia, provenienti dal corso di design del professor Edoardo Malagigi dell’Accademia di Belle Arti di Firenze.

La 90esima campionaria, infatti, si caratterizza per l’attenzione all’innovazione nel settore arredamento, che ha visto questi tre giovani progettare e realizzare nuovi oggetti di design in cui aziende di primo piano a livello nazionale hanno creduto e adesso stanno realizzando. I tre prodotti saranno in esposizione all’entrata della mostra. Si tratta del sistema componibile “Red bridge”, di Virginia Tozzi, realizzato da Ferretti & Ferretti; della “Sedia del nomade”, di Simone Miccichè, realizzato da Laura De Cesare Tessitrice, da Manifatture Rossi e da La Paladini tappezzerie; del “Cube longue” di Ilenia Galia, realizzato da BmStyle Group.

La “Cube-longue” è una poltrona e trasformabile in chaise longue. Il “Red bridge” è un sistema componibile che può essere seduta per le sale di attesa, diventare postazione di lavoro per l’home-office o moderno mobile di arredamento per le living room. “La sedia del nomade” è una poltrona realizzata sovrapponendo a una struttura in metallo un tappeto con funzioni di seduta e di coperta. Ciò che accomuna questi oggetti di arredo è l’essere stati elaborati nell’ambito del programma sperimentale “I linguaggi del design domestico fra narrazione e identità”, nato per creare sinergie tra mondo produttivo e mondo della formazione. Oltre cento sono stati i prototipi creati dai giovani grazie al progetto, promosso dalla Provincia di Pisa e curato dall’Artex, in collaborazione con l’Accademia delle belle arti di Firenze.

“In un momento di crisi come quello che stiamo attraversando, con i numeri che ci parlano di una crisi epocale dell’attività industriale in tutta la Regione, puntare sull’innovazione, sul design e sulle idee è la strada giusta per fare della tradizione artigianale del mobile il trampolino per nuove occasioni di investimento e di crescita -dice Alessio Antonelli, sindaco di Cascina- per questo dobbiamo accogliere con entusiasmo lo spirito che anima i soci della Mostra permanente del mobilio, che scommettoo su una lavorazione storica della nostra città. Lo stesso spirito visionario e innovatore che anima i giovani designer, le cui intuizioni sono un patrimonio di grande valore non solo per Cascina, ma anche per l’Italia, in tutto il mondo riconosciuta per la bravura e il gusto dei suoi artigiani manifatturieri”.

“Scenari di innovazione è un progetto che ha dato l’opportunità a tanti giovani di veder realizzati i propri progetti -aggiunge Giovanni Greco, assessore alle attività produttive di Cascina- è un’esperienza capace di dare molto a chi ha idee e alle imprese che vogliono investire nei nuovi mercati emergenti. I tre prototipi che saranno visibili alla mostra e che saranno prodotti da importati aziende del settore per misurarsi con il mercato, anche quello internazionale, sono lì a dimostrarlo. Sono tre storie di successo, che possono essere replicate se si ha il coraggio e la costanza di investire nelle persone e nelle loro idee. Occorre che questa esperienza sia continuata e rinnovata”.

By