A Gubbio e’ ancora un Pontedera-trilling: da 2-0 a 2-2

PISA – Come era successo nel recupero di mercoledi a Barletta il Pontedera in vantaggio di 2-0 si fa riprendere sul 2-2 contro il Gubbio.

Il tecnico Indiani schiera il 3-5-1-1. Pronti e via, Pontedera subito in attacco: Grassi serve Arrighini in area, tiro di destro rasoterra e palla di poco a lato. Al 5′ si fa pericoloso Di Noia in area locale con un tiro che impegna Pisseri. Al 6′ Di Francesco penetra in area ospite dal vertice sinistro, in dribbling salta alcuni avversari e carica il destro, ma Lenzi intercetta la sfera. Al 15′ ci prova Settembrini con un tiro teso da fuori area, para Pisseri. Al 21′ punizione dal limite di Falconieri smorzata dalla barriera (piuttosto ravvicinata), para a terra Lenzi. Al 23′ tiro cross di Gasbarro, Pisseri si salva con difficoltà in angolo. Al 24′ Grassi carica il sinistro dal limite, para a terra Pisseri. Al 35′ ci prova Longobardi dal limite con un tiro a girare che termina di poco a lato. Al 39′ Grassi carica il destro dalla lunga distanza, Pisseri non si fa sorprendere e para in tuffo. E al 46′ del primo tempo il Gubbio resta in dieci: fallo di Boisfer che prende per la maglia Grassi, seconda ammonizione e quindi ecco il cartellino rosso. Subito dopo arriva il vantaggio del Pontedera (47′): Arrighini serve in area Grassi che di sinistro, al volo, segna: palla che tocca la traversa prima di finire in rete. Ripresa. Al 48′ Longobardi serve in area Di Francesco che calcia rasoterra a terra: Lenzi si salva in tuffo. Al 50′ Regoli carica un tiro dal limite, la palla colpisce il palo. Al 57′ calcio di rigore per il Pontedera per un fallo di mani in area di Laezza su tocco di Grassi. Lo stesso Grassi dal dischetto non perdona: calcia forte di sinistro e rasoterra, palla che si insacca a fil di palo. Al 59′ punizione bomba di Radi dal limite, la palla scheggia la parte alta della traversa. Al 63′ il Gubbio protesta per un fallo in area di Gasbarro su Laezza, ma l’arbitro ammonisce lo stesso Laezza. Al 71′ Di Noia serve in area Arrighini: tiro al volo, palla di poco alta sopra la traversa. Al minuto 82 ci prova Di Francesco con un tiro in porta che si infrange proprio sull’esterno della rete. Al minuto 83, il Gubbio accorcia le distanze: Longobardi serve Luparini che con un tocco sotto di destro supera Ricci e insacca in rete. Ma al 95′ succede l’incredibile: bomba dal limite di Longobardi di sinistro, la palla si insacca sotto il sette. Finisce così, 2-2.

GUBBIO – PONTEDERA 2-2

GUBBIO (4-3-1-2): Pisseri; Laezza, Bartolucci, Ferrari, Giallombardo (77′ Luparini); Malaccari, Boisfer, Domini (58′ Radi); Di Francesco; Falconieri, Longobardi. (A disp.: Cacchioli, Procacci, Benedetti, Cocuzza, Damiano). All. Bucchi.

PONTEDERA (3-5-1-1): Lenzi (54′ Ricci); Verruschi (46′ Galli), Gonnelli, Gasbarro; Pezzi, Settembrini, Caponi (92′ Bartolomei), Di Noia, Regoli; Grassi; Arrighini. (A disp.: Bartolomei, D’Agostino, Pastore, Picone, Romiti). All. Indiani.

RETI: 47’pt Grassi (P), 57′ Grassi (P) rigore, 83′ Luparini (G), 95′ Longobardi (G)

ARBITRO: Fiore di Barletta (Barbetta di Albano Laziale e Argentieri di Viterbo).

NOTE: Ammoniti: Boisfer, Laezza, Giallombardo, Bartolucci, Radi, Malaccari e Longobardi (G); Caponi e Gonnelli (P). Spettatori: 1486 (1104 abbonati; di cui 24 provenienti da Pontedera).

Fonte: Gubbiofans.it

20131222-183101.jpg

By