A Pisa il convegno sull’amianto

PISA – La Regione Toscana, l’Ispo-Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica, l’Azienda Usl 5 Area Pisana e l’Aoup-Azienda ospedaliero-universitaria pisana organizzano, il 21 e 22 settembre, nell’Auditorium dell’Area di ricerca del Cnr di Pisa (inizio alle 14), un convegno nazionale dal titolo: “L’amianto e le patologie amianto correlate: diagnosi, terapia e sorveglianza sanitaria degli ex-esposti”.

Sono circa 30.000 i lavoratori in Toscana che sono stati esposti all’amianto e circa 5.000 lo sono ancora oggi. L’amianto provoca diverse patologie anche di tipo neoplastico e costituisce ancora oggi la prima causa di morte legata al lavoro. Il numero di decessi per la pregressa esposizione all’amianto supera infatti anche il numero di morti per infortunio sul lavoro. Da considerare inoltre anche la possibilità di sviluppare numerose patologie non tumorali, come l’asbestosi o le “placche pleuriche”.

A tutte queste complesse tematiche il convegno offrirà delle risposte con due giornate di approfondimenti con esperti nazionali: Nel pomeriggio del primo giorno saranno presentate le linee di indirizzo che un gruppo di lavoro della Regione Toscana (di cui fanno parte, fra gli altri, la dottoressa Elisabetta Chellini dell’Ispo, la dottoressa Lucia Turini dell’Azienda Usl 5 e il professor Alfonso Cristaudo dell’Aoup) ha messo a punto e che costituiranno un riferimento per la sorveglianza sanitaria degli ex-esposti all’amianto e per tutte le strutture sanitarie pubbliche della Regione.

Nella seconda giornata sono previsti invece interventi di esperti nazionali e internazionali e si parlerà degli aspetti epidemiologici e clinici dei danni da amianto, con una sessione dedicata anche alla ricerca della Scuola pisana di Medicina del lavoro. Interverranno anche rappresentanti regionali ed esponenti regionali e nazionali dei sindacati e delle associazioni dei lavoratori ex-esposti all’amianto.

Foto gensfinance.it

By