A Pisa un “Bollino Blu” esposto nelle attività commerciali e turistiche a sostegno delle persone con disturbo dello spettro autistico

PISA – Presentato a Palazzo Gambacorti il progetto “Bollino Blu”, la campagna di sensibilizzazione a sostegno delle persone con disturbo dello spettro autistico e delle loro famiglie.

Il Comune di Pisa, insieme all’Ainsped, l’Associazione di categoria italiana per Pedagogisti ed Educatori, promuove la distribuzione di un simbolo di riconoscimento da apporre fuori delle attività commerciali per supportare genitori e caregivers delle persone affette da ASD durante gli acquisti. Le attività che decideranno di aderire al progetto, esponendo nel negozio un semplice bollino blu, simbolo di una grande sfida educativa, umana e di inclusione, comunicheranno alla clientela, che, per chi soffre di disturbi dello spettro autistico, verrà riservata precedenza e nell’assistenza all’acquisto ai reparti che alle casse. Le persone con ASD, avranno diritto alla precedenza e assistenza all’acquisto ai reparti e alle casse. Questo il senso dell’iniziativa presentata stamani dall’assessore alla disabilità Sandra Munno, insieme all’assessore al commercio Paolo Pesciatini, alla presidente dell’Ainsped, Berardinetti Mariana e a Aldo Frediani dell’Associazione Talenti Autistici.

Le persone con ASD dimostrano spesso difficoltà nel sostenere lo stress derivante dall’attesa e questo la maggior parte delle volte si traduce nell’impossibilità loro e delle loro famiglie di poter svolgere una vita normale. Il ‘Bollino blu’ che, nel giro di poche settimane verrà distribuito e potrà essere esposto in tutte le attività commerciali che aderiranno al progetto, diventa un segnale ufficiale attraverso cui comunicare alla clientela, che, per chi soffre di disturbi dello spettro autistico, verrà riservata un’attenzione speciale. Un gesto semplice ma un supporto prezioso per i caregiver che affrontano ogni giorno tante difficoltà.

Il progetto del Bollino Blu – dichiara l’assessore alla disabilità Sandra Munno -. rappresenta un gesto di accoglienza di una semplicità estrema, ma con un grande significato. È un ulteriore passo avanti nell’importante percorso che fa di Pisa “città amica delle persone affette da disturbi dello spettro autistico”. L’obiettivo dell’amministrazione è lavorare per fare di Pisa una città fruibile e accessibilea tutti, in cui sia diffusa la consapevolezza di appartenere ad una comunità in cui ciascuno può portare il proprio contributo per vincere la sfida dell’inclusione. Porto i saluti dell’assessore alle politiche sociali Gianna Gambaccini che non ha potuto presenziare la conferenza oggi ma partecipa alla promozione dell’iniziativa.

L’accessibilità per tutti – aggiunge l’assessore al turismo e commercio Poalo Pesciatini – è uno dei fondamentali temi per chi si occupi di turismo e commercio. E Pisa, che è una destinazione turistica internazionale, ha il dovere di abbattere ogni barriera che possa impedire la piena accessibilità alle nostre bellezze e ai nostri servizi. Colui che ha una qualche disabilità o disturbo è una persona che richiede servizi di qualità più elevata e quindi elementi di migliore accoglienza che vanno a vantaggio di tutti. Questa iniziativa si inserisce perfettamente nel progetto di inclusione, che è un obiettivo costante e continuo a cui le imprese del nostro comparto commerciale e turistico dimostrano di tendere con sensibilità, perché il turismo o è inclusivo e accessibile a tutti, o non è turismo.

A Pisa – spiega Mariana Berardinetti, presidente dell’Ainsped – l’iniziativa assume la triplice valenza di supportare i genitori delle persone ASD durante gli acquisti; sensibilizzare i cittadini attraverso la richiesta indiretta di cedere il posto alla cassa; rendere le attività commerciali a misura di persone con autismo. Un impegno concreto che si chiede alla comunità locale e a tutti i commercianti per rendere fruibili e vivibili le attività commerciali, in un’ottica più ampia in cui ci dobbiamo tutti sentire educatori e sostenitori nei confronti delle persone affette da disturbi dello spettro autistico”.

Presenti alla conferenza stampa per la consegna dei Bollini Blu Gianluca Tiozzo, Federazione Italiana Balneari Confesercenti, Donatella Fontanelli, Confcommercio Provincia di Pisa, Fabrizio Fontani, Sindacato Italiano Balneari Fipe-Confcommercio. Hanno aderito all’iniziativa anche Confesercenti Toscana Nord, Confartigianato di Pisa, CNA di Pisa.

Disturbi dello Spettro autistico. Ad oggi, secondo l’Osservatorio Nazionale Autismo, che fa capo all’Istituto Superiore di Sanità, si stima che in Italia l’autismo colpisca 1 bambino ogni 77. I bambini affetti da Disturbo dello spettro autistico rappresentano quasi il 2% dei nuovi nati. Il termine autismo indica un gruppo di disturbi di natura neurobiologica più correttamente definiti Disturbi dello Spettro Autistico (ASD) i cui sintomi si manifestano precocemente e permangono per tutto il corso della vita. Pur presentandosi con manifestazioni cliniche differenti, le caratteristiche tipiche degli ASD si possono riassumere in quella che viene definita dal DSM-V Diade sintomatologica: deficit nella comunicazione e nell’interazione sociale; deficit dell’immaginazione che conduce la persona con ASD a mettere in atto una serie di comportamenti e interessi ripetitivi, ristretti e stereotipati.

By