A Pisanews parla Enrico Ruggeri. Giovedì 26 Aprile i Decibel in concerto a Pisa

PISA – Il 26 Aprile 2018 il gruppo musicale dei Decibel si esibirà in un concerto con il loro nuovo album “L’anticristo” al Teatro Verdi di Pisa. In una intervista telefonica, il capogruppo Enrico Ruggeri, racconta a Pisanews il nuovo percorso del gruppo musicale e le ideologie alla base del nuovo album.

di Maria Bruno

I Decibel ritornano con l’album “L’anticristo”. Nella scelta del titolo, hanno influito reminiscenze filosofiche riguardo Nietzsche data l’omonimia con la sua opera?

“In realtà noi seguiamo un protocollo comportamentale, secondo cui crediamo che esistano una decina di persone che governano il mondo, al di là dei politici. Questi decidono tutto, pilotando le sorti della terra: sono loro il vero pericolo! Il progetto di questo album è proprio quello di purificare con l’arma più potente che esiste, ossia la musica, il male esistente e causato dai potenti succitati”.

Dalla reunion del Dicembre 2016 i Decibel hanno cominciato un percorso in ascesa. Possiamo definire, dunque, tale percorso una rinascita o un prosieguo della carriera precedente?

“La reunion è avvenuta da prima, in realtà. Di fatto adesso c’ è una band che ha segnato il rock italiano, una musica che va oltre un computer, senza mezzi tecnologici, fatta dal vivo e senza modifiche”.

Al momento lei, in qualità di cantante, esclude di ritornare solista?

“Non lo so, ho sempre navigato a vista. Fino ad Ottobre saremo in tour, per cui sicuramente non tornerò a cantare da solo. Poi si vedrà”.

Siete reduci dal Festival di Sanremo ed il 26 Aprile vi esibirete al teatro Verdi di Pisa: due palchi molto diversi. Qual è più conforme al vostro stile? Ne preferite uno?

“Bè, Sanremo è un mezzo, il Teatro è un fine, ma sicuramente servono entrambe”.

By