A tu per tu con Massimiliano Angori: “Preoccupato per le sorti della scuola e dei nostri figli. Dal Governo mi aspetto di sapere con certezza quanti aiuti ci attendono per programmare il futuro”

VECCHIANO – Il momento è delicato per tutti, pian piano ci stiamo rialzando da un periodo storicamente difficile per l’Italia e per i cittadini. Lo stanno facendo i vari comuni della nostra Provincia e non solo. Ne abbiamo parlato nel nostro settimanale “A tu per tu” con il Presidente della Provincia di Pisa Massimiliano Angori, nonché Sindaco del Comune di Vecchiano proprio fra Migliarino e Nodica, dove pochi giorni fa sono partiti i lavori di consolidamento della sponda arginale del Fiume Serchio.

di Antonio Tognoli

Le parole del Sindaco di Vecchiano e Presidente della Provincia Massimiliano Angori

STAGIONE BALNEARE. “E’ iniziata la stagione balneare, con le linee guida del Governo e della Regione. Purtroppo piene importanti e mareggiate ci hanno un po’ messo in difficoltà e abbiamo chiesto aiuto alla Regione Toscana per la pulizia. Stipulato convenzione con Pubblica Assistenza di Pisa, Soccorso Alluvionale e la Misericordia di Vecchiano che servirà a legare i volontari al nostro litorale nel fine settimana. Contiamo di stringere rapporti anche con altre associazioni nei prossimi giorni anche per aver un controllo maggiore dal lunedì al venerdì“.

I lavori sull’argine fra Migliarino e Nodica

LAVORI NEL COMUNE. “Proseguono a gran ritmo i lavori nel nostro Comune. Fra Migliarino e Nodica è in corso nel rilievo arginale del consolidamento della sponda arginale a cura delle Imprese Del Debbio e Tognetti, così come sul Ponte di Pontasserchio e ad Avane in Loc. Cortaccia per i lavori ad una condotta idrica. Un grazie alla Regione Toscana per la collaborazione che mettono in sicurezza tutti i vecchianesi“.

SCUOLE. “Per la nostra scuola sono preoccupato, come Sindaco, come presidente della Provincia e come genitore, attendiamo le linee guide del Governo, il come dobbiamo comportarci, cosa devono fare i nostri dirigenti scolastici, come possono aiutarli gli enti locali e i comuni in attesa che i nostri ragazzi possano riprendere le lezioni in presenza che sono molto importanti. I genitori pur bravi e preparati che hanno dato prova in questo periodo di una grande preparazione non possono sostituirsi agli insegnanti che sono insostituibili. Per la fine dell’anno abbiamo pensato assieme ad insegnanti e genitori di far salutare i ragazzi che dal prossimo anno lasceranno la scuola media per affrontare le fatiche selle scuole superiori a Pisa“.

L’AUSPICIO FINALE. “Confido che il Governo, dopo aver attentamente esaminato i conti, possa definire con certezza quali sono gli aiuti per le Provincie ed i Comuni in modo da programmare bene come poter destinare queste risorse ai cittadini del nostro comune


By