“Abusivi? Serve subito il sequestro di tutta la merce”. Il Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi), che presenterà una modifica del Codice del Commercio

PISA – Scene a cui quotidianamente assistiamo nei centri storici delle nostre città. Distese di tappetini su cui abusivi, di svariate nazionalità, mettono in esposizione la loro merce. Sino ad oggi, quando ovviamente non si tratta di merce contraffatta per cui scatta il sequestro immediato, questi abusivi vengono scoraggiati con semplici multe. Che finiscono per non essere pagate. E visto che le multe non sono sufficienti il Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi) proporrà una modifica al Codice del Commercio per far inserire il sequestro amministrativo di tutta la merce in possesso dei venditori abusivi. La norma regionale necessità di maggiore chiarezza visto che il sequestro amministrativo sarebbe già consentito ma raramente applicato.

E proprio oggi Marcheschi si è recato a Pisa per illustrare la propria proposta agli esperti del Nucleo Antidegrado e Anticontraffazione della Polizia Municipale. Incontrando l’ispettore della Municipale Maria Giannetta, responsabile del Nucleo Antidegrado.

Nei giorni scorsi il Nucleo ha portato a termine un maxisequestro di borse contraffate a marchio Gucci, Liu-Jo Prada, Barberi. Un’operazione nata seguendo gli spostamenti di un extracomunitario, un senegalese. Lo hanno trovato in possesso di merce contraffatta e, in flagranza di reato, gli agenti hanno potuto effettuare la perquisizione. E’ stata trovata una pressa a caldo, che è stata sequestrata, e cliché. In un’altra operazione poi è stata sequestrata una grande quantità di scarpe con griffe apparentemente modificate. 

Il Nucleo Antidegrado e Anticontraffazione della Polizia Municipale di Pisa ha iniziato ufficialmente la sua attività nel mese di luglio. E’ composto da 5 persone e si occupa principalmente di contrastare il degrado cittadino e l’abusivismo commerciale.

By