Ac Pisa 1909: la ripresa in vista del Perugia Favasuli e Rizzo out, Buscè ci sarà. Mingazzini stop

PISA – Ripresa degli allenamenti per l’Ac Pisa 1909 che si è allenato in doppia seduta negli impianti sportivi dell’U.S. Porta Nuova di S. Piero a Grado.

La ripresa. In mattinata la squadra nerazzurra ha svolto lavoro atletico all’ordine del preparatore atletico, mentre nel pomeriggio Pane ha svolto un lavoro prettamente tattico, anche se le defezioni questo pomeriggio per un motivo o per un altro erano davvero tanti. Domani si replica con l’allenamento pomeridiano a S. Piero a Grado, venerdì pomeriggio il Pisa si allenerà all’ Arena Garibaldi, mentre sabato e domenica la squadra si allenerà al mattino. La rifinitura in vista della sfida del ‘monday night’ contro il Perugia è stata fissata invece per lunedì mattina sul terreno dell’Arena.

Antonio Buscè (Foto Massimo Ficini)

Situazione infermeria. Meno critica del previsto la situazione di Luca Rizzo. L’ecografia ha evidenziato un piccolo stiramente. La sua situazione sarà da valutare tra sette giorni e con il Perugia non ci sarà. Anche Francesco Favasuli è sotto la lente di ingrandimento dello staff sanitario nerazzurro e a meno di sorprese difficilmente ce la farà. Diversa la situazione di Antonio Buscè che continua le cure con l’antibiotico e anche oggi si è allenato e lunedì sera sarà in campo. Questo pomeriggio non  ha effettuato l’allenamento pomeridiano neanche Nicola Mingazzini, vittima di un fastidio alla caviglia, ha effettuato le cure del caso dal Prof. Mario Magli, ma non è a rischio per la gara di lunedì sera con il Perugia. 

Sbraga e Gatto in Rappresentativa. Andrea Sbraga e Leonardo David Gatto non sono con il gruppo perchè impegnati con la rappresentativa di Lega Pro di mister Bertotto. Domani saranno impegnati infatti nella gara tra Croazia e Italia.

Campo di allenamento. E’ in via di definizione l’accordo tra Ac Pisa 1909 e Us Porta Nuova, per l’utilizzo dei campi da gioco di S. Piero a Grado per questo scorcio finale di stagione e per quella che verrà. I nerazzurri stanno infatti cercando una valida alternativa al terreno di Camp Darby.

By