“Accadde Oggi” a Pisa: 3 Aprile

PISA – Andiamo a vedere gli accadimenti storici del 3 Aprile nella storia della nostra amata Pisa nella rubrica “Accadde Oggi” in collaborazione con Radio Coltano Marconi e Gli Amici di Pisa.

 

1070: Muore nell’isola della Gorgona il Bono, Abate del monastero isolano almeno dal 1051. Questi viene spesso confuso con l’omonimo beato fondatore e abate del monastero di San Michele in Borgo, attivo in Pisa dal 1116, quasi cinquant’anni dopo la morte del primo Bono.

1115: È l’assalto finale all’isola di Maiorca, si consuma una carneficina che ovviamente non risparmia gli abitanti dell’isola. Il console Duodo Duodi cattura il Re maiorchino Burabé che tentava la fuga. Maiorca è catturata dopo 21 mesi di sangue e morte, ma ora sono stati eliminati i predoni saraceni che tanti lutti avevano provocato sulle coste italiane.

1577: Il capitolato dei canonici concede alla famiglia Medici il diritto di pesca nel padule di Stagno, per un compenso di 220 scudi e 600 libbre di pesce, rateizzate nei periodi di avvento e quaresima.

1846: Giunge a Pisa Maria Alexandrovna, granduchessa e futura imperatrice di Russia. Prima di assumere il nome russo, era la principessa Maria D’Assia e del Reno. Nacque nel 1824, figlia del granduca d’Assia, rimase presto orfana di madre. Fu la prima moglie dell’imperatore di russia Alessandro III, da qui la russificazione del nome in Maria Alexandrovna.

1869: In questa data i Savoia acquistano da Gaetano Ceccherini la spiaggia di questi a nord dell’Arno, sola parte privata della tenuta di San Rossore. In cambio al Ceccherini saranno dati dei terreni nei pressi del forte della finanza a Boccadarno.

1875: Viene assegnato all’ingegner Pietro Casali l’incarico di progettare una ferrovia a cavalli, quindi una sorta di omnibus, da Pisa a Calci.

1964: Si tiene in città il 7° congresso nazionale di radiologia medica.

Il lavoro è un adattamento, correzione ed ampliamento dell’almanacco pisano di Giampiero Lucchesi da cui è ispirato.

By