Accordo “Galilei” – scalo fiorentino. Pieroni: “E’ un passaggio importante”

PISA – Una firma per costruire la futura integrazione e sviluppo del sistema aeroportuale toscano. E’ stato siglato oggi a Firenze dai soci pubblici delle Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A e Aeroporto di Firenze S.p.a l’accordo che mira a qualificare e sviluppare gli aeroporti di Pisa e Firenze.

valorizzandone le rispettive potenzialità e specializzazioni, avviando un programma che prevede la realizzazione di uno studio relativo alla fattibilità di un processo di integrazione societaria delle due realtà in una nuova Holding. La Provincia di Pisa, con la quota in Sat del 9,269%, seconda compagine pubblica dopo la Regione Toscana, sarà rappresentata dal presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni.

Amdrea Pieroni, presidente della Provincia

“E’ un passaggio importante per costruire i presupposti per fare dell’aeroporto di Pisa uno scalo da 8 milioni di passeggeri entro il 2030 — afferma Pieroni — continuando sulla strada del rafforzamento delle sue funzioni di aeroporto di rilevanza internazionale rispetto al ruolo pianificato di city airport per Firenze. Dall’integrazione dei due scali arriverà quella capacità di coordinamento che il mercato impone per competere efficacemente con gli aeroporti a noi limitrofi, consentendoci di diventare nel medio termine il terzo polo aeroportuale italiano”.

La firma di oggi impegna i soci delle due società al finanziamento del progetto di fattibilità (dal punto di vista del percorso giuridico dell’operazione di aggregazione e di quello economico con la predisposizione di un business plan) e all’avvio conseguente di un bando per l’individuazione dell’advisor giuridico e degli advisors finanziari incaricati della realizzazione dello studio. Per l’attuazione dell’accordo sarà istituito un gruppo tecnico composto da cinque membri, uno scelto dalla Regione Toscana e gli altri, in numero uguale, dalla Sat e da AdF.

By