Accordo Pisa – Confesercenti. Corrado: “Senza il progetto stadio dovremo rivedere i nostri programmi”

PISA – È stato siglato ieri nella sede di Ponte a Piglieri un accordo tra il Pisa e la Confesercenti.

di Giovanni Manenti

“Abbiamo accolto con favore l’opportunità di poter mettere in sintonia gli operatori commerciali di Pisa con la Società – esordisce il direttore Marco Sbrana una gioia legare al calcio i nostri consorziati, molti dei quali sono tifosi del Pisa, studiando dei pacchetti che vengono invontro alla tifoseria e dando altresi un sostegno economico alla Società di calcio, con l’augurio che il nostro sostegno sia di buon auspicio”.

“Ci auguriamo – dice Giuseppe Corrado presidente nerazzurro – che gli esercenti abbiano la possibilità di trarre vantaggio con le formule trovate a sostegno sia degli imprenditori che dei tifosi, di cui siamo soddisfatti anche per la velocità quasi disarmante con cui si è concluso l’accordo nel corso della campagna abbonamenti. Si tratta di una serie di opzioni a favore dei tifosi che con una certa somma avranno da un lato l’opportunità di acquistare dei gadget del Pisa e dall’altra di poter godere di sconti e vantaggi presso le aziende consorziate con Confesercenti”.

Soddisfato il presidente Antonio Veronese: “Il Presidente Corrado ha portato in città un entusiasmo che mancava da tempo e da parte di Confesercenti è un onore ed un piacere sostenere le iniziative messe in atto a sostegno della città e della tifoseria”.

Corrado torna a parlare del progetto stadio. “Per quanto riguarda la questione Stadio, confermo che la location attuale sia la migliore possibile, per la quale la maggior garanzia viene proprio dal Comune per la realizzazione della quale vogliamo trovarci preparati con proposte per le quali ci confronteremo con le Istituzioni per generare qualcosa di positivo per la città con un’opera di ca. 30milioni di Euro che genererà indotto per tutta la città, in una zona di prestigio cittadina. Non ci dimentichiamo che per ottenere contributi in futuro da parte della Federazione dovremmo dimostrare di eseguire investimenti in strutture e/o nel Settore Giovanile. Non vorremmo che a rimetterci siano i tifosi, in quanto in caso negativo dovremmo rivedere anche i nostri programmi, poiché come detto è funzionale da parte della possibilità di ottenere finanziamenti da parte del Credito Sportivo e, francamente, non comprendo la presa di posizione da parte dell’Ordine degli Architetti, in quanto noi siamo più per il fare che per il parlare, nell’ottica di un miglioramento complessivo sia per la città che per il rione di Porta a Lucca. Per quanto riguarda la Convenzione con il Comune a giorni ne sarà firmata una “ponte” sino a settembre/ottobre in attesa della definitiva sulla base della progettualità dello Stadio, necessaria per poter eseguire alcuni piccoli lavori che devono essere effettuati per poter disputare il Campionato”.

By