Accordo tra Valdera, FISM e scuole: buoni servizio comunali per i bambini

Valdera – In arrivo buoni servizio comunali per i bambini che frequentano le scuole dell’infanzia private paritarie in Valdera: si tratta di un accordo tra Unione Valdera, FISM (Federazione Italiana Scuole Materne) e le stesse scuole presenti sul territorio, questo sostegno sarà erogato in base all’Isee delle famiglie interessate, in modo da supportare le famiglie meno abbienti, a tutela della libertà di scelta dei genitori.

“L’Unione Valdera – afferma il Presidente, Lucia Ciampi – ha voluto, anche per l’anno scolastico appena iniziato, rinnovare l’ormai annuale collaborazione con le scuole dell’Infanzia paritarie locali e la Federazione nazionale di cui fanno parte. L’intento è quello di garantire, da una parte, la libertà di scelta di madri e padri relativamente all’istruzione dei propri figli, consentendo l’esercizio di tale diritto anche a quelle con minor disponibilità economiche. Dall’altra, di assicurare la trasparenza dell’intervento pubblico, attraverso lo strumento dell’Isee, che consente di diversificare le tariffe a seconda del reddito e del capitale posseduto dalla famiglia”.

Le realtà coinvolte dall’intervento in oggetto sono le Scuole “Coccapani”, “In memoria Caduti in guerra” e “Baby Birba” nel Comune di Calcinaia, la Scuola “Sacro Cuore” nel Comune di Capannoli, le Scuole “E. Fairman”, “SS. Crocifisso” e “S. Lucia” nel Comune di Casciana Terme Lari e le Scuole “San Giuseppe”, “Divino Amore” e “Sacro Cuore” nel Comune di Pontedera.

Per gli interessati è operativa da Martedì 19 Settembre la procedura online da effettuare sul sito dell’Unione Valdera (www.unione.valdera.pi.it), accedendo alla sezione “Servizi ONLINE –  buoni servizio scuole dell’infanzia private paritarie”. La richiesta deve essere inoltrata entro Mercoledì 4 Ottobre. Nella domanda dovrà essere dichiarato il valore dell’Isee in corso di validità e redatto secondo la nuova normativa: il buono servizio verrà infatti determinato in proporzione all’Indicatore della Situazione Economica Equivalente di ciascuna famiglia, seguendo una specifica tabella allegata alla convenzione.

In caso di difficoltà “digitali”, niente paura. Sono infatti pronti a prestare aiuto nella compilazione delle richieste appositi punti di assistenza, attivi  presso i vari Comuni.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio Scuola del proprio Comune o scrivere una mail all’indirizzo diritto allo studio@unione.valdera.pi.it

By