Noi Adesso Pis@ festeggia alle “Officine Garibaldi” ricordando Samantha

PISA – “Si è aperta con un flash mob alle “Officine Garibaldi”, la due giorni con cui Noi adesso Pisa festeggia i suoi primi 4 anni di attività, una bellissima struttura nuova, costata 8 milioni di € e inutilizzata da oltre 2 anni.

imagePer noi le Officine Garibaldi sono una risorsa, sono un bene comune che deve esser restituito alla comunità cittadina e per questo proponiamo di destinare questa struttura a spazio di Co-Working… perchè tanti giovani – e meno giovani professionisti, artigiani che hanno talento ed idee, ma non il “fiato” per il primo passo, possano avere una opportunità. Per noi questa rappresenta una risorsa, per noi i beni pubblici sono beni comuni e come tali devono essere considerati, eppure ci sentiamo ripetere che mancano le risorse, eppure abbiamo tantissimi beni comuni vuoti e abbandonati.

Noi adesso Pisa ha come primo punto del proprio programma la riappropriazione degli spazi, che consideriamo una vera e propria riscossa civica in grado di cambiare volto alla nostra città, in modo da riconquistare parchi, palazzi e strutture di ogni tipo, migliaia e migliaia di metri quadrati vuoti e lasciati all’incuria.

imageSpazi pubblici che possono essere risorse e volani occupazionali ma che possono divenire teatro di tragedie e di degrado sociale ed umano; come successo a Calambrone nella struttura di proprietà del comune di Pisa dove nell’indifferenza di tutti è stata uccisa dalle botte e da sevizie che sono andate avanti per mesi la piccola Samantha.

E proprio difronte alla struttura pubblica di Calambrone, teatro pochi mesi fa della morte di Samantha, si sono spostati nel pomeriggio gli attivisti di noi adesso pisa per piantare un leccio. “dimenticata da viva e dimenticata anche da morta” per questo a Samantha è dedicata la giornata odierna all’interno di Noi adesso pisa è donna, a maggior ragione in occasione della ricorrenza della giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

TROPPO IMBARAZZO? Ci siamo chiesti? nessuno ricorda e piange Samantha…. Troppo imbarazzo, visto che il luogo dove per mesi è stata picchiata e seviziata è di proprietà del Comune di Pisa, troppo imbarazzo visto che i vari codici rosa, sds, assistenti sociali, sevizi educativi erano al corrente di una vicenda terribile che si stava consumando in quel luogo. Troppo imbarazzo visto che il suo aguzzino è uno dei quei loschi ceffi importati dall’estero ma che poverini….. vanno aiutati?”

By