Noi Adesso Pis@ e Fratelli d’Italia al fianco di ambulanti e balneari

PISA – Nella “Casa dei Cittadini pisani”, la sede di via Lalli, si è svolto un incontro, molto partecipato e apprezzato, sul tema del commercio e dell’impatto che la direttiva Bolkestein può avere sui lavoratori del settore del commercio ambulante e della balneazione organizzato da Fratelli d’Italia e Noi Adesso Pisa. 

Il coordinatore provinciale del partito di Giorgia Meloni, Giorgio Vannozzi, ha introdotto l’ospite d’onore Carlo Fidanza, neo eletto alla Camera per FDI, che fin da quando era parlamentare europeo si è battuto in prima linea contro la direttiva. NAP FDI ha ribadito la propria posizione di netta contrarietà all’applicazione della Bolkestein, e Fidanza ha annunciato di aver già depositato alla Camera la proposta di legge che tiene fuori ambulanti e balneari.

Tra gli altri interventi, il Consigliere Nerini ha ripercorso l’iter che il PD avrebbe voluto per far approvare il nuovo piano del commercio, affossato proprio da NAP FDI in commissione. Sonia Avolio, Assessore al Commercio di FdI a Cascina, ha fatto il punto sul lavoro da lei svolto in questi quasi due anni di amministrazione di centro-destra.

Il Coordinatore comunale di Fratelli d’Italia, Filippo Bedini, ha, invece, spiegato i rischi della direttiva “che ha inserito nella liberalizzazione sfrenata gli ambulanti e i balneari, obbligandoli a partecipare a bandi per il rinnovo delle licenze che saranno indiscriminatamente aperti alle società di capitali”. “Una concorrenza sleale” avverte Bedini “che può diventare impossibile anche per le piccole e medie imprese pisane: si rischia la catastrofe sociale, con migliaia di famiglie che rischiano di finire sul lastrico. Più tradizione e meno grande distribuzione!”.

“Ci penseremo noi”, ha detto il candidato Sindaco del centrodestra unito Michele Conti, “appena insediati a Palazzo Gambacorti ad approvare un vero piano del commercio, in accordo con gli operatori, e a risolvere definitivamente la questione annosa del Duomo e del mercato di via Paparelli nel modo più rapido possibile. Siamo al fianco di ambulanti e balneari per la difesa del posto di lavoro e del tessuto economico pisano”.

By