Noi Adesso Pisa compie sei anni

PISA – Un compleanno, il sesto, quello che è stato festeggiato dal gruppo Noi Adesso Pisa venerdì 30 novembre insieme, tra sostenitori ed amici, a centinaio di persone, delle quali oltre duecento si sono trattenute per la cena, presso il Ristorante da Rino.

Nella prima parte della serata, si è tenuta l’assemblea del gruppo che ha ripercorso i sei anni di intensa ed incessante attività della lista civica, ricordando, a partire dalla nascita, le numerose iniziative e le battaglie portate avanti nel territorio della città con una presenza costante in tutte le zone, dal centro alle periferie, portando avanti temi fondamentali quali: il recupero degli spazi abbandonati per riportarli a vivere e restituirli ai cittadini, lotta al degrado, lotta ai fenomeni di criminalità, valorizzazione delle realtà locali.

Il gruppo, negli anni di intensa attività, ha dato vita ad un importante collaborazione ed esperienza condivisa con il partito di Fratelli d’Italia, con il quale alle recenti amministrative ha ottenuto un importante risultato elettorale presentando insieme una lista unica che fa parte della maggioranza di governo di Pisa.

Hanno preso parte all’incontro con i cittadini il Coordinatore della gruppo, Leonardo Sbrana, gli assessori Filippo Bedini (Ambiente e Tradizioni Storiche) e Rosanna Cardia (Istruzione e Disabilità), i quali hanno illustrato l’esperienza svolta in giunta con riferimento alle rispettive deleghe, il capogruppo Maurizio Nerini, i consiglieri Giulia Gambini e Francesco Niccolai e il fondatore Diego Petrucci, Sindaco di Abetone-Cutigliano.

Il gruppo NAP con orgoglio ha evidenziato che molte delle proposte sostenute in campagna elettorale sono entrate a far parte del programma di mandato del Sindaco Michele Conti, presente anche lui a porgere i saluti ai partecipanti. Noi Adesso Pisa ha evidenziato che continuerà, come ha sempre fatto nei sei anni trascorsi, il percorso di ascolto della città, mentendo vivo il confronto con i cittadini dai quali possono arrivare suggerimenti ed idee molto utili e percorribili, senza fare la propria attività politica dal palazzo, sottolineando alcune importanti proposte sulle quali sta lavorando e che presto vedranno una concretizzazione: baratto amministrativo che consentirà a chi non è in grado di far fronte alle imposte comunali di avere una riduzione sulle stesse a fronte dell’esecuzione di interventi a favore della comunità, riappropriazione degli spazi pubblici abbandonati, per perseguire, attraverso la partecipazione dei cittadini alla gestione della cosa pubblica, la valorizzazione e rispetto dei beni comuni, soprattutto quale strumento di lotta al degrado ed ai fenomeni di criminalità ed anche per favorire la nascita di luoghi di aggregazione e socializzazione sana ed infine il premio bebè quale forma di sostegno a favore delle famiglie che hanno nel proprio nucleo bambini di età inferiore ai tre anni.

Loading Facebook Comments ...
By