Aeroporti, si va verso la fusione? Nogarin tende la mano a Filippeschi. Nasce l’asse Pisa-Livorno sulle scelte strategiche

PISA – Il numero uno Corporacion America Italia Roberto Naldi annuncia: ”Entro il mese di ottobre presenteremo ai nostri azionisti il masterplan per la fusione degli aeroporti di Pisa e Firenze”.

Si va verso la fusione dalle parole di Naldi sembra di si ma il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi dice: “Siano confermate le previsioni del Pit: per Firenze pista da duemila metri”.

Roberto Naldi chiede inoltre aiuti di stato: “Come faccio a recuperare i 130 milioni investiti sui due scali toscani? Credo ci siano le condizioni per avere aiuti di Stato”. Filippeschi risponde per le rime: “Aiuti di Stato? sarebbe criticabile il 50% di finanziamento pubblico a Peretola e nessun sostegno a Pisa”.

aeroporto pisa

Intanto sembra nascere l’asse Pisa – Livorno sulle scelte strategiche da apportare per il prossimo futuro tra le due citta’: ”Ho ribadito al sindaco Marco Filippeschi – ha detto Filippo Nogarin– la mia volontà di condividere scelte strategiche su temi importanti come le infrastrutture, ma anche piano di sviluppo per entrambe le città. Auspico forme di concreta collaborazione – ha su questioni fondamentali come lo sviluppo portuale, aeroportuale e infrastrutturale. E credo che in questi ambito Livorno abbia bisogno di Pisa, così come la città della torre ha bisogno di Livorno e dei livornesi”. Per ora non c’è ancora un’agenda comune di impegni, ma il primo cittadino pisano, Marco Filippeschi, ammette che ”vi è una dinamica istituzionale che spinge in questa direzione: le città metropolitane sono un fatto e io da anni tento di rilanciare il progetto dell’area vasta costiera”. ”Finora non ero stato seguito concretamente su questi temi – ha aggiunto – ma credo che invece sia necessario fare squadra per attrarre investimenti e stimolare riflessioni politiche intorno alla costruzione di un polo toscano della costa che sappia reggere il confronto con quello che inevitabilmente nascerà intorno a Firenze: ciò può determinare anche un adeguamento delle connessioni esistenti (ferroviarie, autostrada e superstrada Firenze-Pisa-Livorno) con la Toscana centrale che invece sono vecchie di trent’anni”.

You may also like

By